laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Riepilogo e situazione incendi

Più informazioni su

Corpo Forestale dello Stato.

LA SPEZIA – Negli ultimi tre giorni si è assistito ad un’improvvisa successione di incendi boschivi che ha colpito tutto il territorio provinciale, sebbene, grazie all’intervento immediato di tutti gli operatori coinvolti, la superficie boscata interessata dagli incendi non abbia superato, nel complesso, i venti ettari.

Tale successione di incendi, però, ha tenuto impegnati H24 gran parte del personale forestale dislocato nel territorio e un corposo numero di volontari antincendio e ha reso altresì necessario l’impiego di mezzi aerei, grazie ai quali il fuoco è stato subito circoscritto e non ha mai messo in pericolo abitazioni e persone e, nel caso, dell’incendio al Molinello, i 150 animali ospitati nel canile comunale.

Invero, il personale forestale ha provveduto a coordinare le operazioni di spegnimento, via terra e via cielo, le operazioni di bonifica tuttora in corso nei vari incendi e a condurre le indagini relative a ciascun incendio, stabilendo la natura, dolosa o colposa, e assicurando i mezzi di prova.

Nello specifico:

  • l’incendio del Molinello di Vezzano Ligure, di particolare pericolosità perché era prossimo all’oleodotto e al canile municipale, è stato innescato dalle scintille originate da un cavo dell’alta tensione caduto incidentalmente a terra, in orario notturno, in un’area boscata. Agenti del Comando stazione CFS di Follo hanno sentito, a testimonianza, il personale dell’azienda che gestisce la linea elettrica in questione; l’incendio in questione, che ha bruciato ca. 4 ettari di pineta, e per spegnere il quale si è reso necessario l’intervento del Canadair e dell’elicottero della Regione Liguria, è in corso di bonifica;
  • l’incendio in località Pescina di Zignago, che ha bruciato ca. 10 ettari di pascolo, sul quale è intervenuto l’elicottero della Regione Liguria, ha natura dolosa, si ritiene per motivi legati all’utilizzazione – o alla volontà di non far utilizzare ad altri – il territorio. L’area interessata è in corso di bonifica;
  • l’incendio in località Alpicella/Bruscarolo, nel comune di Calice al Cornoviglio, ha la medesima natura dolosa e per le stesse motivazioni. Per spegnere l’incendio in questione, che ha bruciato ca. 2 ettari di bosco, si è reso necessario l’intervento di 2 Canadair (provenienti da Genova e da Roma) e dell’elicottero della Regione Liguria. L’area è in corso di bonifica;
  • l’incendio di oggi in località Ossegna, nel comune di Maissana, ha natura dolosa – per le stesse motivazioni di cui sopra – e ha bruciato ca. 4 ettari di superficie. Anche quest’area è in corso di bonifica.

Nel complesso, gli incendi in questione hanno impegnato, per tre giorni H24, 24 agenti forestali e 15 squadre antincendio boschivo, con l’alternanza di 80 volontari, i quali non possono che essere ringraziati per la gratuita dedizione e il servizio alla collettività.

Naturalmente, il personale CFS sta svolgendo le indagini relative ai tre incendi dolosi, relativamente ai quali sarà compilato anche il dossier relativo a dinamica, propagazione e mezzi d’innesco, elementi utili per la prevenzione e repressione degli incendi boschivi.

Sono intervenute, sugli incendi di cui sopra, le seguenti squadre di volontari: ARCI Val di Magra; AIB Follo; AIB Ortonovo; AIB Bolano sezione Montebello; AIB Castelnuovo Magra; P.A. La Spezia; SVF La Spezia; AIB Santo Stefano Magra; AIB Ameglia; Radio Hermes; AIB Porto Venere; AIB Vezzano Ligure; AIB Sarzana; AIB Riccò del Golfo; AIB Calice al Cornoviglio.

Più informazioni su