laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

TERNANA – SPEZIA 1 – 1 | Baez illude, Avenatti rimanda ancora la vittoria

Più informazioni su

Nella noia del Liberati, aquilotti avanti nella ripresa con la prima rete in maglia bianca di Baez. Sembra fatta, ma un’ingenuità di Migliore regala l’uno a uno ai padroni di casa e il terzo pareggio consecutivo. 

TERNI – I VENTIDUE IN CAMPO: BAEZ DAL 1′, DE COL K.O. IN RISCALDAMENTO: C’E’ GALLI. AVENATTI TERMINALE OFFENSIVO NEL 4-3-2-1 DELLE FERE

Dopo il buon esordio sul campo del Latina, Di Carlo lancia la novità Baez dall’inizio, affiancandolo sull’out di sinistra a Piccolo e Nenè. Debutto anche per il giovane Galli, che rileva De Col, costretto al forfait dell’ultimo minuto. Per il resto tutto confermato come al Francioni, con Chichizola tra i pali, Galli, Valentini, Terzi e Migliore in difesa, Pulzetti, Errasti e Sciaudone sulla mediana, Baez, Nenè, Piccolo completano il consueto 4-3-3.

Tra i padroni di casa, mister Carbone conferma il 4-3-2-1 vincente schierato contro il Pisa, affidandosi a Di Gennaro in porta, Zanon, Valjent, Meccariello e Germoni sulla retroguardia, Petriccione, Bacinovic e Di Noia a centrocampo, con Falletti  e Di Livio dietro l’unica punta Avenatti, autore del gol partita contro i toscani.

LA NOIA REGNA SOVRANA: TERNANA E SPEZIA NON PERVENUTE

Prima occasione del match al 5′ con la bella botta da fuori di Petriccione che sorvola non di molto la traversa, non impensierendo tuttavia l’argentino Chichizola. Arriva dieci minuti più tardi la replica dei bianchi con un break di Baez sulla destra, ma il tiro dell’uruguaiano termina abbondantemente a lato. Match che stenta a decollare, intervallato da numerosi stop e dalle tante, troppe imprecisioni di entrambe le squadre. Alla mezz’ora, sussulto dei padroni di casa con la conclusione in diagonale di Falletti, respinta dall’attento Chichizola. Il destro del numero 10 è però l’eccezione che conferma la regola dei primi 45′ del Liberati: annoiare il pubblico.

AVENATTI RIAGGUANTA BAEZ: LA X VA DI MODA

L’inizio della seconda frazione di gioco non si distingue affatto dalla prima, se non per qualche fiammata che porta la firma di Baez, vicinissimo al gol al 20′ con un gran destro a giro di pochissimo a lato. E’ lo Spezia che prova a fare la partita, ma gli umbri si chiudono a riccio, non concedendo alcun spazio ai terminali offensivi di Di Carlo. Se da un lato la retroguardia di casa compie il proprio dovere, lo stesso non si può di certo dire per Avenatti e c.o, stritolati nella morsa aquilotta. Ci prova Chichizola con qualche dribbling di troppo a concedere una potenziale palla gol, ma Terzi evita il peggio su Falletti, scaraventando la sfera in corner. Scacciata la paura, minuto dopo minuto aumenta il raggio d’azione delle Aquile, premiate al 21′ dal regalo di Bacinovic a Baez, che salta Meccariello e fulmina un incolpevole Di Gennaro. Prima rete in maglia bianca per il fantasista arrivato in prestito dalla Fiorentina, sostituito poco dopo da Okereke. Nella Ternana, invece, spazio a La Gumina e Surraco per Bacinovic e Di Livio. I ragazzi di Carbone non riescono a reagire e così è lo Spezia a prendere in mano il pallino del gioco, sfiorando il raddoppio qualche istante più tardi in una situazione di mischia, ma la retroguardia nero – verde rimedia in qualche modo su Errasti. Gioca meglio la squadra ospite, ma come spesso accade nel calcio, nel momento migliore degli aquilotti arriva il pareggio delle Fere: fallo di Migliore su Surraco in area spezzina e Avenatti non sbaglia dagli undici metri, bissando  il tiro dagli undici metri contro il Pisa. Ristabiliti i conti, i rispettivi allenatori si giocano gli ultimi cambi a disposizione, con Signorelli e Vignali dentro per Pulzetti e Galli nelle Aquile, mentre Zanon cede il posto a Contini. Sostituzioni che non sortiscono gli effetti sperati e così, dopo cinque minuti di recupero, termina con un pareggio avaro di emozioni il posticipo domenicale tra Ternana e Spezia.

Andrea Licari

 

Più informazioni su