laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Non si arresta la mobilitazione dei lavoratori della ABC Costruzioni SpA

Più informazioni su

LA SPEZIA – Il giorno 12 settembre, le OOSS nazionali di FILCA CISL, FENEAL UIL, FILLEA CGIL, insieme alle segreterie Provinciali e le RSU di Parma, La Spezia e Savona, sono state ricevute congiuntamente alla direzione aziendale di ABC SpA, al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per una verifica sul nuovo Codice degli Appalti e delle Concessioni, in merito alle lavorazioni In House delle Concessionarie Autostradali e la possibilità che queste possano internalizzare le opere di manutenzione-servizi-progettazione.

Il Ministero accogliendo la richiesta dei sindacati in merito ai licenziamenti ha invitato l’Azienda a ricercare soluzioni alternative (ammortizzatori sociali) in attesa che venissero emanate le Linee guida dell’ANAC.

Le O.O.S.S. motivano la richiesta di ritirare I licenziamenti per due ragioni che aprono a prospettive future concrete e positive:

  1. a) Il tema delle internalizzazioni delle opere di manutenzione e servizi dentro le   Concessionarie è compresa e condivisa dal Ministero delle Infrastrutture che si farà promotore verso il Governo (considerato che ABC SpA è solo la punta di un iceberg nel panorama delle concessioni autostradali) affincche vengano forniti i necessari     chiarimenti all’interno delle Linee-guida che ANAC si acinge ad emanare.
  2. b) Il CIPE è in procinto di approvare I “piani economici finanziari” quinquennali delle concessionarie, che dovrebbero consentire lo sblocco di importanti opere infrastrutturali ferme da tempo.

La direzione aziendale di ABC SpA arroccatasi sulle sue posizioni ha annunciato che già dai prossimi giorni partiranno le lettere di licenziamento per 40 lavoratori. 

Le OOSS unitamente ai lavoratori giudicano grave e inaccettabile il pretestuoso irrigidimento dell’azienda e venerdi si riuniranno nuovamente in assemblea per decidere nuove iniziative di mobilitazione senza escludere la possibilità di ricorrere nelle competenti sedi Istituzionali per avversare I licenziamenti annunciati.

LE SEGRETERIE PROVINCIALI

Più informazioni su