laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

L’assessore Scajola alla Spezia per illustrare il Regolamento sui nuovi Standard Urbanistici

Più informazioni su

GENOVA – Domani mercoledì 21 settembre alle 17.00 l’assessore regionale all’Urbansitica, Marco Scajola sarà alla Spezia (Camera di Commercio piazza Europa 16) per illustrare al territorio il nuovo regolamento che rivede il sistema degli standard urbanistici.

Continua il tour dell’assessore Scajola per incontrare tutti i soggetti interessati, gli Ordini professionali,  i tecnici e esperti del settore, per illustrare i contenuti  e raccogliere tutte le indicazioni utili in vista della prossima approvazione da parte della Giunta regionale.

“Dopo anni di attesa – spiega l’assessore Scajola – stiamo rivedendo il sistema degli standard urbanistici, che i Comuni e la Regione applicano nella progettazione dei piani urbanistici comunali (Puc) per poter garantire qualità e sostenibilità urbana e agevolare operazioni di rigenerazione delle nostre città e dei nostri Paesi. Si tratta di uno strumento per costruire una nuova visione del futuro delle aree urbane che ponga al centro i cittadini”. Gli standard urbanistici che i Comuni liguri applicano nella progettazione dei loro piani sono rimasti quelli che lo Stato definì nel 1968, quando le città erano in fase espansiva e quando era necessario assicurare la realizzazione di servizi elementari come scuole, servizi di quartiere, aree verdi, e sportive, parcheggi pubblici.

“Oggi, con la recente revisione della Legge urbanistica regionale – aggiunge Scajola – la Regione ha aggiornato e ampliato la lista dei servizi e delle attrezzature da prevedere nei piani comunali, con nuove tipologie capaci di rispondere ai modelli di vita attuali: nelle città e nei paesi – conclude – servono spazi per la socialità urbana, per le aree attrezzate per manifestazioni, per wi-fi, per percorsi ciclo-pedonali, oltre a impianti per migliorare la qualità ambientale come quelli per la raccolta differenziata, per la protezione civile, il soccorso e le emergenze”.

Più informazioni su