laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Valutare i campi elettromagnetici: seminario in Arpal

Più informazioni su

GENOVA – Si svolgerà domani mattina nei locali della sede centrale di Arpal il “Seminario tecnico di aggiornamento sulle procedure di valutazione dell’impatto elettromagnetico degli impianti a radiofrequenza (telefonia mobile)”, una delle azioni effettuate nell’ambito del protocollo sulla telefonia rinnovato lo scorso giugno da Comune, Municipi, Gestori dei servizi di telefonia cellulare, Associazioni e Comitati contro l’inquinamento elettromagnetico.

Arpal, a supporto proprio del Comune di Genova, ospiterà questo momento di approfondimento dedicato ai referenti dei municipi, nonché agli assessori e agli altri tecnici coinvolti nei processi, agli esponenti dei comitati rappresentanti della popolazione e ai professionisti.

L’obiettivo della mattinata è promuovere una consapevolezza sulla materia che consenta il migliore approccio possibile al tema del contributo della telefonia mobile al campo elettromagnetico in cui viviamo.

Un inquinamento “invisibile” su cui, periodicamente, si accendono i riflettori dell’opinione pubblica.

Arpal effettua una valutazione preventiva degli impianti di trasmissione, le cosiddette stazioni radio base, simulando i nuovi contributi al campo totale, e svolge misure di controllo nelle zone considerate più a rischio superamento dei limiti imposti dalla normativa: 6 volt/metro nei casi più restrittivi, dove è prevista la permanenza delle persone per oltre 4 ore al giorno. Questo, indipendentemente dalla tipologia di tecnologia utilizzata, che è comunque da conoscere e da misurare nella giusta maniera.

In particolare domani i due colleghi di Agenzia – l’Ing Massimo Valle, responsabile del settore, e la dott.ssa Valeria Molina, esperta di misure – illustreranno “Tecniche e misure di campo elettromagnetico dei segnali di telefonia mobile”, “Valutazione preventiva degli impianti: procedura generale e ruolo di Arpal, rudimenti tecnici di base su lettura/interpretazione di documenti ed elaborati” e “Aggiornamento sull’evoluzione normativa in materia di verifiche ambientali”.

Più informazioni su