laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Salvatore Settis a La Spezia

Più informazioni su

LA SPEZIA – Salvatore Settis, uno degli esponenti di maggior rilievo del mondo culturale italiano e europeo, sarà alla Spezia venerdì 23 settembre alle ore 17,30 al Nh Hotel (ex Jolly) di via XX Settembre 2.

Settis archeologo e storico dell’arte, ha diretto il Getty Research Institute di Los Angeles e la Normale di Pisa ed è attualmente presidente del Consiglio Scientifico del Louvre. Accademico dei Lincei, ha avuto due lauree honoris causa in giurisprudenza e una in architettura. Da anni collabora con diverse testate ed è autore di numerosi saggi di vario argomento, testi scientifici sulla storia dell’Arte, ma anche libri divulgativi sul paesaggio, le nostre bellezze architettoniche di pregio e sulla Costituzione.

Nell’incontro del 23 Settis dialogherà con Irene Giacché, editore e organizzatrice dell’evento e Nicola Giusteschi Conti, avvocato, sui molti e complessi argomenti che presenta il suo ultimo libro, dal titolo: “Costituzione! Perché attuarla è meglio che cambiarla” (Einaudi 2016). L’iniziativa porta il logo degli incontri d’autore de “La cultura in piazza”.

“Nella Costituzione – sostiene Settis – troviamo scritti la sovranità popolare, il diritto al lavoro, alla salute, alla cultura, il precetto di orientare l’economia e la proprietà secondo il principio supremo dell’utilità sociale (cioè del bene comune).”

Prendendo le mosse dal fortunato pamphlet “Indignez-vous!” del francese Hessel, elogia Settis elogia i cittadini in grado di indignarsi ma, aggiunge, l’indignazione non basta, sono i cittadini i titolari della sovranità e i veri protagonisti della politica e occorre che ciascuno si adoperi per capire, attuare e difendere al meglio quell’“orizzonte dei diritti dei cittadini” che è la nostra Costituzione.

“Un orizzonte dei diritti – continua Settis – non ancora pienamente attuato, per cui possiamo dire con Calamandrei che ‘lo Stato siamo noi’. Lo Stato, non i governi.

Dobbiamo essere con lo Stato in nome della Costituzione, anche contro i governi che non la rispettino e vogliano, anzi, distorcerla con improprie manovre.”

Un’occasione unica, dunque, per ascoltare un personaggio di alto livello del mondo della cultura e per ragionare sulla Costituzione.

L’ingresso all’evento, che si terrà nella sala delle feste del Nh hotel, è aperto a tutti. Per info: 0187 23212

Più informazioni su