laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Il turismo risorsa economica sempre più importante, necessita di una governance territoriale unitaria

Più informazioni su

LA SPEZIA – Gli ultimi dati forniti dall’Osservatorio Turistico Regionale rilevano un buon andamento della stagione estiva in chiusura, sia per quanto riguarda gli arrivi che le presenze: per la nostra provincia, in particolare, nei primi sette mesi del 2016 i turisti arrivati hanno superato le 495mila unità e le giornate di presenza sono state oltre 1,3 milioni.

Rilevante, per questi dati, anche il confronto con lo stesso periodo 2015: +5,8% per gli arrivi +10,7% per le presenze; altrettanto significativi si attendono i dati per i mesi di agosto e settembre.

Dall’analisi della provenienza dei turisti per il 2016, la dinamica degli arrivi nella nostra provincia ha registrato, fino ad ora, un interessante aumento nella componente dei visitatori nazionali (+8,2%), oltre a confermare la costante crescita dei clienti stranieri.

Ad oggi, la sensazione degli operatori è che anche il dato complessivo 2016 possa andare a confermare l’importante trend positivo fatto registrare dal comparto negli ultimi anni, anche se i mesi finali, come quelli iniziali, sono quelli più delicati a seguito di un’ancora troppo forte stagionalizzazione dei flussi, che continua ad essere molto negativa nel periodo che va dalla metà del mese di ottobre fino a marzo, lasciando le nostre strutture ricettive sottoutilizzate o addirittura, in molti casi, chiuse.

Confindustria La Spezia, alla luce dei positivi ed interessanti dati parziali di questa stagione – che sembrerebbero confermare la crescita in atto dal 2012 – nel ribadire l’importanza di questo mercato per la nostra economia, ritiene che sia ancora necessaria una definitiva e completa presa d’atto di questo fenomeno da parte dell’intera componente pubblica e privata, una maggiore consapevolezza dei risultati, delle ricadute e delle potenzialità ancora inespresse. Le posizioni da noi espresse in merito alla necessità di destagionalizzare sono note da tempo e proposte concrete sono già state avanzate fin dal 2011, al fine di tendere verso mercati turistici fino ad oggi mai utilizzati (ad esempio il “Mercato degli eventi”).

In un momento nel quale manca un coordinamento territoriale prima espresso dalla Provincia, Confindustria La Spezia ribadisce la necessità di un’effettiva e strutturata “gestione manageriale” di questo comparto, in termini di coordinamento ed unità d’intenti, programmazione, promozione, definizione di obiettivi e risorse, misura dei risultati, ecc; tutto ciò al fine di organizzare e gestire adeguatamente i flussi turistici che ad oggi hanno scelto i nostri territori prevalentemente per le nostre bellezze naturali, ma che potremmo rischiare di perdere molto velocemente a favore di territori più organizzati. In particolare, riteniamo che una nuova organizzazione turistica locale sia necessaria prioritariamente per ricercare opportunità che tendano ad ampliare la nostra stagione, intercettando mercati con diversi segmenti che lavorino sui dodici mesi anziché sugli otto come avviene attualmente.

In questa logica, ribadiamo il nostro sostegno al progetto di una nuova governance del territorio che costituisca una cabina di regia “organizzata” del settore, così come proposta dal Comune della Spezia nella forma del “Distretto Turistico”, per il quale, pertanto, auspichiamo una positiva e rapida risposta dal parte del Ministero sull’accesso a tale strumento.

Il Distretto, così come proposto, rappresenta una vasta eterogeneità di territori e prodotti turistici la cui gestione unitaria deve valorizzare, sia luoghi a maggiore valenza turistica – riconoscendone necessariamente le specifiche caratteristiche e peculiarità di prodotto e di immagine – ma che hanno tendenzialmente limitate capacità di accoglienza (come ad esempio alcuni Comuni del Golfo e le 5 Terre), sia i luoghi meno noti, la cui valorizzazione può permettere di gestire al meglio le maggiori concentrazioni di turisti. Questo progetto ha senso solo se tutti i partecipanti ne trarranno vantaggio, grazie ad una gestione attenta e professionale della risorsa turistica.

Francesca Cozzani
Presidente Confindustria La Spezia

Più informazioni su