laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

“Società Storica Spezzina”, la nuova associazione culturale alla Spezia

Più informazioni su

LA SPEZIA – E’ nata una nuova associazione culturale alla Spezia, si chiama Società Storica Spezzina ed è presieduta da Enrica Salvatori, spezzina dalla nascita, docente di storia medievale presso l’Università di Pisa e direttore, nel medesimo Ateneo, del Laboratorio di Cultura Digitale.

La presentazione della Società si terrà alle ore 17:30, sabato 1° ottobre presso la Sala Consigliare del Palazzo di Governo, attuale sede dell’Amministrazione Provinciale, Via V. Veneto 2, La Spezia.

La Società nasce con l’intento di intercettare la “fame di storia” che sembra negli ultimi anni attraversare i cittadini e i residenti nel territorio della Provincia. Sono infatti numerosi i gruppi di appassionati che, sia in rete che nel mondo fisico, mostrano interesse per la storia locale in tutte le sue manifestazioni evolutive. Queste energie buone, tese a riscoprire insieme identità e beni comuni, potrebbero aver bisogno di un punto di riferimento che fornisca loro ascolto e anche supporto metodologico per condurre uno studio con solide basi scientifiche sull’oggetto del loro interesse.

Tanti sono gli spezzini che hanno nel cassetto storie, fotografie, memorie, diari, lettere, disegni, che da soli non contribuiscono alla conoscenza comune ma che, digitalizzati, condivisi e discussi, possono entrare nel patrimonio comune e diventare meritevoli di attenzione.

Per sapere a cosa sono interessati i cittadini e far capire da subito che la Società Storica Spezzina non intende “insegnare” la storia, ma rendere partecipe la cittadinanza della “sua” storia, alla presentazione verrà lanciato un apposito sondaggio, on line, i cui risultati saranno rapidamente resi pubblici.

Un secondo fronte di impegno della Società sarà quello della valorizzazione dei luoghi e delle storie dimenticate. Per questo motivo uno dei primi progetti che si intende promuovere, con la collaborazione della Soprintendenza e degli Enti amministrativi territoriali oltre che il Laboratorio di Cultura Digitale, è una raccolta dati georeferenziata di tutte le tracce di insediamenti romani del Golfo e in seguito della Provincia, tratte dalla bibliografia già disponibile, nonché da una attiva ricerca sul campo. Nel frattempo è già in corso una raccolta dati sulle epigrafi romane e medievali, che verrà resa di pubblica consultazione sul sito della Società.

La Società intende in sostanza fare rete e collaborare, tanto con le Istituzioni e le Associazioni esistenti, quanto con tutti i cittadini, al fine di creare un quadro generale della storia della città e del territorio, valido dal punto di vista scientifico e contemporaneamente aperta ai contributi esterni, che restituisca alla città l’amore per il suo patrimonio culturale e la convinzione che sia necessaria la sua tutela e la sua valorizzazione.

Più informazioni su