laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

“Buy Liguria”, la Liguria del turismo continua a proporsi ai mercati di lungo raggio foto

Più informazioni su

50 buyer da tutto il mondo hanno fatto business incontrando gli operatori liguri a Genova nel corso del workshop

GENOVA – Si è chiusa quest’oggi nella cornice del Grand Hotel Savoia di Genova la quarta edizione di Buy Liguria, appuntamento dedicato agli operatori e agli imprenditori del turismo, organizzato dall’Agenzia di promozione regionale “In Liguria” che ha ospitato 50 importanti buyer provenienti dai mercati extraeuropei: Stati Uniti, Canada, Brasile, Argentina, Cina, Giappone, India, Australia e Russia.

Come spiega Carlo Fidanza, Commissario dell’Agenzia «Questi mercati rappresentano una sfida da vincere e anche un’occasione per la Liguria di lavorare con mercati di nicchia interessati a un turismo “d’esperienza” e non di massa. Gli operatori dei mercati nordamericani e BRIC sono alla ricerca di “destinazioni nuove” da proporre aldilà delle classiche grandi mete italiane. Sono interessati al nostro panorama unico, allo shopping, alla vacanza attiva e alla gastronomia e con questo evento agevoliamo il contatto diretto con i nostri operatori».

E con piena soddisfazione degli operatori liguri, come tiene a sottolineare l’Assessore regionale al turismo, Giovanni Berrino: «Esprimo grande soddisfazione per il lavoro svolto dall’Agenzia regionale che ha portato in Liguria 50 buyer di alto livello, facendoli incontrare con gli operatori liguri. In tal modo riusciamo ad agevolare la distribuzione dell’offerta turistica sui mercati stranieri di lungo raggio».

Al termine del tour a Genova e nelle Riviere, ieri sera a Castello De Albertis si è svolta la cena conclusiva che ha visto la visita del Presidente della Regione Giovanni Toti che si è intrattenuto a lungo con gli ospiti per ascoltarne le impressioni e i commenti. Ecco alcuni dei commenti raccolti oggi a margine degli incontri di lavoro.

Martyn Paterson, Outdoor Travel dall’Australia specializzato in mountain bike e trekking, porta da trent’anni turisti in Liguria alle Cinque Terre e per l’anno prossimo arricchirà le sue proposte con Finale Ligure e Sanremo, destinazioni top per i bikers. I suoi clienti sono sempre alla ricerca di “destinazioni bike” nuove, interessanti e attrezzate per le loro esigenze e la Liguria risponde a questi requisiti.

John Frasca da Aspen Colorado, Ski.com porta da 30 anni americani a sciare sulle Alpi, in particolare a Chamonix e Zermatt, e da quest’anno ha deciso di fare una combinata col mare e proporre loro Sestri Levante e Sanremo per chi arriva da Nizza.

Jeena operatrice cinese per Beijing-Voglia d’Italia, attiva dal 1998, porta 5-6.000 turisti cinesi all’anno in Italia di cui il 30% in Liguria e afferma che dopo questa esperienza prevede un incremento consistente per il 2017.

Novità assoluta per il Buy Liguria è la presenza del circuito VIRTUOSO, network del lusso, con 5 operatori: 3 dall’Argentina, 1 dall’Ucraina e 1 dal Messico. Gli operatori liguri hanno molto apprezzato questa presenza di pregio e garanzia di ottimi affari in un segmento di altissimo livello.

Ashwani Gupta Chairman dell’Outbound Tour Operators Association of India, di cui fanno parte 600 operatori, dice che il turista indiano predilige buoni hotel, desidera fare shopping ed è interessato al cibo locale, anche se ha l’esigenza di ritrovare la possibilità del cibo indiano. La Liguria è molto interessante per il target “honeymooners” e come “wedding destination” perché ha location di fascino e località d’eccezione, così come per i gruppi familiari che amano le località storiche ma cercano qualcosa di diverso dalle città d’arte italiane, mete del tour classico come Firenze, Venezia, Roma e Milano.

Più informazioni su