laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Antiche case della Valsesia. Frammenti da un passato quotidiano

Più informazioni su

Da una ricerca di Eugenio Alessandro Bonzanini e Dino Quartana.

LA SPEZIA – Da sabato 8 ottobre a domenica 4 dicembre 2016 il Museo Etnografico della Spezia presenta una mostra fotografica dedicata alle tipologie abitative tradizionali della Valsesia.

L’evento è promosso dal  Comune della Spezia – Servizi Culturali e dal Museo Civico Etnografico ‘Giovanni Podenzana’, in collaborazione con il Gruppo FAI Valsesia, facente parte della Delegazione FAI di Novara, laDelegazione FAI della Spezia e la Biblioteca Civica di Varallo.
Realizzata anche grazie ai generosi prestiti del Museo Storico Etnografico della Bassa Valsesia Onlus di Romagnano Sesia (NO), del Museo Civico Archeologico Etnografico ‘C. G. Fanchini’ di Oleggio (NO) e della SOMS – Società Operaia di Mutuo Soccorso di Varallo (VC), la mostra è allestita al sesto piano del Museo Etnografico in via del Prione, 156 alla Spezia.

L’idea nasce e si sviluppa insieme al FAI di Novara grazie ai rapporti personali che legano il Capo Delegazione Eugenio Alessandro Bonzanini alla città della Spezia dove le collezioni etnografiche e lo studio antropologico delle tradizioni popolari locali hanno una lunga e ricca storia.

Il materiale grafico e fotografico, realizzato da Eugenio Alessandro Bonzanini e Dino Quartana nel 1961, è quello pubblicato nel 2015 nel libro Antiche Case della Valsesia su commissione della Delegazione FAI di Novara. Il libro sarà in vendita presso il Museo per tutta la durata della mostra.

Parallelo e complementare alle fotografie sulle pareti sarà il nucleo delle strumentazioni contadine originali e degli oggetti della vita quotidiana valsesiana immortalati nelle fotografie. L’allestimento prevede anche l’utilizzo di materiale lunigianese di proprietà del Museo Etnografico della Spezia della Raccolta Podenzana.

Guardando alla Valsesia il Museo Etnografico allarga i propri orizzonti confrontando il materiale autoctono con produzioni lontane con cui è possibile stabilire parallelismi e analogie.
Osservando gli interni della casa valsesiana con il tipico focolare aperto si ritrovano le stesse caratteristiche degli ambienti domestici lunigianesi.

Una parte dell’esposizione è dedicata ad un aspetto della cultura immateriale della Valsesia: il puncetto, tipico ricamo che arricchiva il costume tradizionale.

Curatori del progetto
Piera Mazzone – Direttore Biblioteca Comune di Varallo

Donatella Mossello Rizzio – Delegata del Gruppo FAI Valsesia

Giacomo Paolicchi – Conservatore Museo Etnografico “Giovanni Podenzana” della Spezia

Marzia Ratti – Direttore Musei Civici della Spezia

Partner
Delegazione FAI della Spezia – Marinella Curre Caporuscio – Capo Delegazione

Delegazione FAI di Novara – Eugenio Alessandro Bonzanini – Capo Delegazion
Prestatori

Museo Civico Archeologico Etnografico “Carlo Giacomo Fanchini” – Oleggio (NO)

Museo Storico Etnografico della Bassa Valsesia Onlus – Romagnano Sesia (NO)

SOMS – Società Operaia di Mutuo Soccorso – Varallo (VC)

Più informazioni su