laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

L’avversaria – Carpi: riavvolgere il nastro, provando a sognare

Più informazioni su

Tornati in cadetteria dopo una sola stagione, i ragazzi di Castori si apprestano ad affrontare un campionato denso di insidie, senza però dimenticare il recente, vittorioso, passato. 

LA SPEZIA – Per un punto Martin perse la cappa, recita il noto proverbio latino: un detto popolare che sembra calzare a pennello per descrivere il triste destino capitato al prossimo avversario dello Spezia.

Abbandonare dopo un solo anno il grande palcoscenico della A non è infatti cosa facile da digerire, specie se a condannare gli emiliani è stato quel piccolo, ma fondamentale, punto di distacco dal Palermo. Se a questo aggiungiamo anche il pasticcio del cambio Castori – Sannino – Castori, i rimpianti non possono che aumentare.

Passati ormai cinque mesi dalla cocente retrocessione, il Carpi ha deciso di riconfermare in gran parte l’ossatura degli ultimi, fortunatissimi, anni, a cominciare dalla panchina di Mister Castori.

Al tecnico di San Severino è stata chiesta una rapida riscossa, anche se la difficoltà di gestire il salto dalla A alla B è cosa nota a tutti. Per affrontare al meglio una stagione lunga, ricca d’incognite e di facili isterie, ecco dunque inserite nel 4-4-1-1 le new entry Catellani – grande ex di giornata – l’ex difensore del Palermo Struna e la punta Gianmario Comi.

In sette partite sin qui disputate, i bianco rossi hanno raccolto dieci punti, grazie a due vittorie, quattro pareggi e una sola sconfitta, tradotto ottava posizione e ultimo posto play – off.

Insomma, i programmi societari sono al momento rispettati, anche se la piazza, abituata ai grandi successi delle ultime stagioni, chiede a gran voce uno scatto tipico dei vecchi tempi.

Andrea Licari

 

Più informazioni su