laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Palombari del Comsubin fanno brillare un ordigno della seconda guerra mondiale

Più informazioni su

Marina Militare al servizio della collettività anche nella bonifica dei residuati bellici. 

LA SPEZIA – E’ stato fatto brillare, in una zona sicura al largo dell’isola del Tino, un residuato bellico risalente al periodo della seconda guerra mondiale da parte dei Palombari del Gruppo Operativo Subacquei (G.O.S.), appartenenti al Raggruppamento Subacquei ed Incursori “Teseo Tesei” (COMSUBIN).

L’ordigno, classificato come “carica da demolizione”, era stato individuato il giorno 17 ottobre u.s. nel corso di un’attività di scavo per lavori di realizzazione della rete idrica all’interno del Comprensorio militare del CSSN (Centro di Supporto e Sperimentazione Navale).

Le operazioni, che si sono svolte con l’assistenza della locale M/V CP 2094, non hanno provocato alcun danno a persone, cose o materiali.

Quella della bonifica dei numerosi residuati bellici che annualmente vengono rinvenuti nelle acque nazionali o sul territorio è una attività che rientra nei compiti di istituto degli specialisti del COMSUBIN. Questo a testimonianza del continuo impegno della Marina Militare, con personale, mezzi e professionalità,  a servizio della collettività oltre ai consueti compiti istituzionali per la Difesa delle coste e la Sicurezza degli interessi nazionali.

Più informazioni su