laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Concerto a cori uniti «Messa “di Gloria” (Giacomo Puccini)»

Più informazioni su

Venerdì 21 ottobre 2016 – con inizio alle ore 21 – nel Santuario della Madonna di Buonviaggio si terrà il Concerto: Messa “di Gloria”, (Giacomo Puccini).  

Concerto a cori uniti, Unione Corale La Spezia, diretta da Sergio Chierici, Corale “Pier Alessandro Guglielmi”- Massa diretta da  Paolo Biancalana, al pianoforte Daniele Biagini, dirige  Sergio Chierici.

La Messa di Giacomo Puccini o Messa a quattro voci (attualmente molto conosciuta anche con il nome apocrifo di Messa di Gloria) è una messa per orchestra e coro a quattro voci, con tenore e baritono solisti composta come esercizio per il diploma all’Istituto Musicale Pacini di Lucca dove la eseguì per la prima volta il 12 luglio 1880 all’età di 22 anni. Tuttavia il Credo era già stato composto ed eseguito addirittura due anni prima in quanto  inizialmente concepito da Puccini come una composizione autonoma.

Il concerto prevede anche l’esecuzione della Ave Maria di Cesar Franck (1822 – 1890),  compositore ed organista, una delle figure più importanti della vita musicale francese nella seconda metà del XIX secolo.

Il legame dell’Unione Corale La Spezia con la storia della città è strettissimo, essendo la più antica istituzione musicale cittadina: nata il 20 febbraio 1919 dalla fusione delle società corali “La Spezia”, “Giuseppe Verdi” e “Gioacchino Rossini” in un unico coro, inizialmente di sole voci virili, si è radicata nella storia del primo 900 spezzino. Da allora opera ininterrottamente nell’ambito della promozione, studio e diffusione della musica corale ed attraverso il suo archivio storico si può in qualche modo leggere anche l’evoluzione della nostra città.

L’Unione Corale vanta una lunga tradizione nella didattica musicale, ed è tuttora impegnata nell’avvicinamento e corretta formazione di base degli aspiranti coristi. Nel suo repertorio, estremamente versatile, la corale è inoltre impegnata nella diffusione delle composizioni di musicisti spezzini, dai più antichi ai contemporanei.

La sua natura di istituzione musicale aperta, priva di qualsiasi vincolo di natura politica o ideologica, contribuisce infine a renderne naturale il generale riconoscimento di “corale cittadina”.

Ma la natura aperta e collaborativa dell’Unione Corale si estrinseca anche nella collaborazione con altri Enti ed Associazioni, sul territorio ed oltre: il concerto di venerdì sera ne è un esempio evidente.

Dalla collaborazione con la corale Guglielmi di Massa infatti è nata l’idea di proporre l’esecuzione integrale di questa splendida opera pucciniana nella nostra città e poi sul territorio della limitrofa provincia di Massa Carrara.

Più informazioni su