laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Guardia di Finanza: scoperta discarica abusiva adibita a smontaggio di auto destinate alla demolizione

Più informazioni su

Sequestrate numerose autovetture e denunciati i responsabili.

LA SPEZIA – Circa un centinaio di automezzi sono stati sequestrati dai militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Sarzana, scoperti all’interno di una discarica abusiva di oltre 2.600 mq. anch’essa sottoposta a fermo giudiziario.

L’area, situata a Vezzano Ligure al confine col Comune di Sarzana, è stata individuata nel corso della costante attività di controllo economico del territorio disposta dal Comando Provinciale della Spezia finalizzata, tra l’altro, alla prevenzione degli illeciti ambientali, ai sensi dell’articolo 195 comma 5, del D.Lgs. n. 152 del 2006.

L’attenzione dei finanzieri è stata attratta dalle numerose autovetture in pessime condizioni, molte delle quali parzialmente smontate, localizzate all’interno di una struttura organizzata e ben delineata da un’apposita recinzione.

Una costante azione di monitoraggio, svolta anche in orari notturni, ha quindi permesso di appurare che non solo non sussisteva alcuna autorizzazione per l’eventuale esercizio di un’attività commerciale nella suddetta area, ma che la stessa non era nemmeno classificata come discarica o centro di demolizione.

A seguito dell’accesso effettuato dalle Fiamme Gialle in collaborazione con la Polizia Municipale di Vezzano e l’ARPAL Liguria, gli operanti si sono trovati di fronte ad un vero e proprio “cimitero” di autoveicoli. La quasi totalità dei mezzi erano infatti destinati alla demolizione ma, invece di essere trasportati presso appositi centri autorizzati, venivano accatastati all’interno della discarica abusiva per il successivo smontaggio.

Molte auto erano state smantellate e private di alcune componenti come cerchi, portiere, paraurti, parti in plastica o addirittura interi motori, probabilmente allo scopo di una successiva rivendita o commercializzazione.

Nel complesso il sequestro ha riguardato:

–   88 autoveicoli;

–   974 parti di ricambio;

–   1 furgone adibito ad “officina”, utilizzato per lo smontaggio in loco degli automezzi;

–   1 mezzo pesante per lo spostamento dei materiali.

Inoltre, sono state sequestrate circa 50 targhe rinvenute sul posto su cui verranno effettuati successivi accertamenti.

Più informazioni su