laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

SPEZIA – BRESCIA 2-0 | Piu e Deiola riportano le Aquile sulla retta via

Più informazioni su

Dopo gli stop contro Carpi e Avellino, gli uomini di Di Carlo archiviano la pratica Brescia con un gol per tempo: apre le danze Piu, Deiola le chiude. I bianchi si rilanciano in classifica, iniettandosi una buona dose di fiducia in attesa del match di lunedì contro il Cittadella. 

LE FORMAZIONI: OKEREKE ED ERRASTI LE NOVITA’, NELLE RONDINELLE CARACCIOLO SI ACCOMODA IN PANCHINA

Spezia e Brescia si affrontano nell’anticipo del venerdì valevole il decimo turno del campionato cadetto.

Di Carlo, nonostante le ultime due sconfitte consecutive, non cambia il marchio 4-3-3, schierando dal primo minuto Chichizola in porta, De Col, Terzi, Datkovic e Migliore in difesa, Pulzetti, il rientrante Errasti e Sciaudone sulla mediana, la novità Okereke, Nenè e Piu in avanti.

Tra i lombardi, Mister Brocchi sceglie il 4-3-1-2, lanciando in campo Minelli tra i pali, Untersee, Calabresi, Somma e Racine sulla retroguardia, Pinzi, Crociata, Bisoli a centrocampo, con Ndoj in posizione di trequartista dietro il tandem offensivo Torregrossa – Morosini.

NENE’ SBAGLIA, PIU RIMEDIA: AQUILE AVANTI

Prime battute targate Brescia, con la squadra di Brocchi subito riversata in avanti alla ricerca del vantaggio: sono due le occasioni capitate sui piedi di Bisoli e Torregrossa, ma entrambe le conclusioni terminano sul fondo.

Spezia timido, impreciso, ma cinico: al 12′, infatti, Migliore illumina il Picco con un filtrante diretto a Nenè, il quale, trattenuto in area da un disattento Calabresi, si guadagna un tiro dagli undici metri. Lo stesso brasiliano si presenta a tu per tu con Minelli, perfetto nel neutralizzare la conclusione, ma incolpevole sulla ribattuta del falco Piu, che porta così in vantaggio i suoi, siglando la terza rete in stagione.

Acquisito il vantaggio, l’undici di Di Carlo fa proprio il match, schiacciando nella metà campo il Brescia, incapace di proporre la propria manovra offensiva. E’ anzi lo Spezia a sfiorare il raddoppio grazie alla velocità di Okereke, imprendibile sulla destra e bravo nel scodellare in mezzo un cross, sul quale Migliore prova di prima intenzione la botta da fuori, trovando però un miracoloso Pinzi, che di testa devia in angolo. Finisce così la prima frazione di gioco, con i bianchi avanti di una rete.

DEIOLA LA CHIUDE, I BIANCHI TORNANO A SORRIDERE

Il secondo tempo si apre esattamente come si era concluso il primo, con le Aquile in avanti e il Brescia alle corde: grande occasione, al 3′, capitata sui piedi di Errasti, ma il destro a botta sicura dello spagnolo viene neutralizzato da Calabresi. Lo stesso difensore si ripete pochi istanti dopo su Okereke, stoppando l’attaccante al momento della conclusione in area.

Gioca bene la squadra di Di Carlo, sfiorando al 10′ il raddoppio dopo un’azione corale iniziata da Nenè, proseguita da Sciaudone, ma non finalizzata a dovere da Piu, troppo impreciso nel servire Nenè al momento dell’ultimo passaggio.

Nel Brescia, la buona volontà non basta dinanzi a un’eccessiva prudenza dei propri giovani e allora Brocchi decide di inserire l’esperto Caracciolo al posto di Morosini e Bonazzoli per Torregrossa. Di Carlo, invece, opta per la soluzioni Deiola e Granoche – fuori Okereke e Nenè – .

La sostanza, di fatto, non cambia: Brescia sterile e sotto attacco, Spezia sprecone, incapace di trasformare in gol le occasioni di Deiola – in ritardo di un soffio sull’assist di Migliore – e Datkovic – sfortunato nel vedersi deviare la conclusione di testa nata su calcio d’angolo -.

Nel finale, l’undici di Brocchi alza il proprio baricentro, ma a trovare il raddoppio sono i bianchi, spietati nell’approfittare l’indecisione Minelli – Calabresi e affossando così le rondinelle con il colpo di testa facile facile di Deiola, alla prima gioia in maglia bianca.

Gioco, partita e incontro alle Aquile, che ritornano così alla vittoria dopo i K.O. contro Carpi e Avellino e lanciandosi a quota 16 in classifica. E lunedì arriva il Cittadella, sconfitto quest’oggi in casa dall’Ascoli.

Andrea Licari

 

SPEZIA (4-3-3): 1 CHICHIZOLA, 5 DE COL, 7 SCIAUDONE (24 VIGNALI dal 37 st), 9 NENE’ (29 GRANOCHE dal 27 st), 15 ERRASTI, 17 MIGLIORE, 18 OKEREKE (13 DEIOLA dal 20 st), 19 TERZI (C), 20 DATKOVIC, 23 PIU, 30 PULZETTI. A disposizione: 33 VALENTINI A., 3 VALENTINI N., 11 BAEZ, 25 MAGGIORE, 27 BARBATO, 32 GALLI. Allenatore DOMENICO DI CARLO

BRESCIA (3-5-2): 15 MINELLI, 2 UNTERSEE, 3 PINZI (C), 4 COLY, 5 SOMMA, 14 CROCIATA (7 CAMARA dal 38 st), 17 CALABRESI, 20 NDOJ, 23 MOROSINI (9 CARACCIOLO dal 12 st), 25 BISOLI, 32 TORREGROSSA (21 BONAZZOLI dal 25 st). A disposizione: 1 ARCARI, 24 BUBNJIC, 27 VASSALLO, 29 MODIC, 31 FONTANESI, 33 SBRISSA. Allenatore CRISTIAN BROCCHI

Ammoniti: Nenè (S), Sciaudone (S), Piu (S), Bisoli (B), Caracciolo (B), Granoche (S)

Marcatori: Piu (S) al 13 pt, Deiola (S) al 40 st

 

Più informazioni su