laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

La giornata del Centrodestra: Toti al mattino, Alfano al pomeriggio foto

Più informazioni su

LA SPEZIA – Sabato all’insegna del centrodestra alla Spezia su referendum costituzionale e elezioni comunali a primavera: questa mattina, nell’auditorium di Porto Lotti gremito e organizzato dai partiti del centrodestra per sostenere la campagna a favore del «no» al referendum: oltre al Governatore della Liguria, Giovanni Toti e all’assessore regionale Giacomo Giampedrone, erano presenti il portavoce di Fratelli d’Italia Alessandro Rosson e la consigliera regionale della Lega Nord Stefania Pucciarelli. Protagonista della mattinata è stato il pubblico: almeno cinquecento persone hanno gremito la sala, molte le persone rimaste in piedi.

img_2495

In prima fila i sindaci dei comuni del centro destra della provincia. Totti nel suo intervento ha sottolineato i punti cardine della proposta di riforma del centro destra, con l’adozione del modello presidenziale ed elezione diretta del capo dello Stato, allo scopo di sottrarre la più alta magistratura della Repubblica alle perverse logiche partitiche e parlamentari. Totti ha sottolineato che vi debba essere, a fronte di una verticalizzazione dei poteri che rafforza lo Stato, un ampio e sistematico decentramento dei poteri e un più vasto sistema delle autonomie locali».

Totti ha parlato anche di Spezia e delle prossime elezioni amministrative. Dobbiamo vincere in un comune da sempre governato dalla sinistra». nel pomeriggio è toccato in Sala Dante al ministro dell’Interno Angelino Alfano parlare del referendum del 4 dicembre: a presentarlo il consigliere regionale Andrea Costa che ha appena costituito una lista civica. L’intento dell’incontro – ha detto Costa» è stato quello di aiutare i cittadini a comprendere i contenuti delle riforme. Io non ne faccio una questione politica, ma ritengo che sia importante arrivare al voto in maniera consapevole».

img_2486

Il ministro Alfano ha affermato che questo è l’ultimo treno con destinazione il cambiamento. Noi siamo per il Sì perché intendiamo toccare la macchina di funzionamento di una parte dell’ordinamento della Repubblica. Il referendum è importante perché cambia la macchina costituzionale». Sul tema immigrati, Alfano ha detto che intende mandare a casa tutti gli irregolari. In Italia il sistema dell’accoglienza ne ha previsti sino ad oggi 160mila, in Germania un milione, Su 8mila Comuni, solo 2mila danno una mano contribuendo ad accogliere i migranti e a ciascun Comune che ci viene incontro diamo un premio».

Più informazioni su