laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

L’on. Benifei all’incontro “Solidarietà, amicizia e collaborazione tra i popoli” foto

Più informazioni su

MONTEROSSO – Si è tenuto nella sala consiliare del Comune di Monterosso al Mare l’incontro “Solidarietà, amicizia e collaborazione tra i popoli: per il rilancio dell’idea europea”, a cui hanno preso parte l’europarlamentare ligure Brando Benifei e i sindaci di Monterosso Emanuele Moggia, di St. Genès –Champanelle Roger Gardes e di Carpineti Tiziano Borghi. I tre municipi sono gemellati fra di loro, insieme al Comune tedesco di Kallmünz, e hanno messo a confronto le loro esperienze nel segno di un legame dai significati e dalle implicazioni molteplici, come ha sottolineato lo stesso Benifei: “I gemellaggi sono un mezzo fondamentale per rafforzare i legami e l’identità europea – ha dichiarato a margine dell’evento – , non solo dal punto di vista delle istituzioni, ma anche sul fronte culturale e sociale; il confronto, lo scambio di esperienze e di buone pratiche permette alle istituzioni gemellate di avere nuove idee per migliorare la gestione del territorio e della cosa pubblica. L’Europa non cade dal cielo come diceva Altiero Spinelli e per questo può crescere solo se dal basso i cittadini vengono coinvolti, per esempio semplificando le procedure per utilizzare i fondi europei, questione di cui abbiamo discusso e su cui mi sto impegnando in prima persona in questo momento in cui si sta discutendo in Parlamento Europeo del bilancio dell’Unione”.

benifei-2

Sulla stessa linea i primi cittadini presenti: “L’Europa è un ideale bellissimo – ha dichiarato Moggia – , ma anche una realtà dura. Abbiamo troppo spesso ignorato le aspirazioni dei popoli a beneficio di un grande mercato, in questo quadro i gemellaggi hanno tutto il loro senso, poiché permettono ai cittadini di essere più vicini fra loro. Una riflessione sull’Europa, deve oggi tener conto delle delusioni per ritrovare un ideale da ricostruire su basi istituzionali differenti. Viva l’Europa, viva la fraternità dei popoli europei”.

Questa l’opinione del sindaco Roger Gardes: “Credo che la condivisione di esperienze sia la migliore sintesi del nostro incontro, insieme ad una maggiore consapevolezza della necessità di una vera Unione Europea e al rinnovato impegno personale a contribuire, ciascuno con le proprie responsabilità e con il proprio lavoro quotidiano, a far in modo che gli Stati Uniti d’Europa diventino realtà”. Sulla stessa linea il primo cittadino Borghi: “Ci vuole una maggior concentrazione sull’uomo e non sulla finanza: l’Europa deve essere rivolta al sociale, deve avere una coscienza. Sono contento di questo dibattito, che ha avuto esiti importanti per le nostre realtà”.

Agli interventi dei relatori è seguito il dibattito coi cittadini italiani e francesi presenti, con esempi di come proseguire nella cooperazione, nel segno dell’amicizia fra i popoli.

Più informazioni su