laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

I volontari Comitato Isola-Montalbano in prima linea per il recupero dei sentieri

Più informazioni su

LA SPEZIA – Sulle alture di Isola,mentre il Comune non riesce a riaprire via Marconi, ancora chiusa per frana dopo più di sei anni e ben 3milioni di soldi pubblici spesi, i cittadini riaprono e puliscono le vecchie mulattiere. Questa mattina si è svolta l’escursione manutentiva lungo via dei Pilastri la scalinata storica che dal Felettino saliva a Montalbano passando per Isola.

L’iniziativa è stata resa possibile grazie ai volontari del Comitato per la Tutela di Isola Montalbano e Felettino, che nelle scorse settimane hanno riaperto il sentiero con interventi di sfalcio e con la realizzazione di un varco che ha ripristinato l’accessibilità del percorso in un tratto già andato distrutto dopo la costruzione della strada carrozzabile. La camminata, alla quale hanno partecipato anche il consigliere comunale Giulio Guerri, Fabio Giacomazzi del Labter e vari gruppi legati al trekking, è partita dall’antico borgo del Felettino e, dopo una tappa-ristoro in località Pastine con rinfresco offerto dalla famiglia Grassi, è proseguita sino ai borghi di Isola e Chioso. Durante l’itinerario sono stati raccolti vari sacchi di rifiuti trovati nel sottobosco e il geologo Ario Simonelli, consigliere del Comitato e memoria storica del luogo, ha fatto da cicerone.

Il presidente Pasquale Iodice ha ricordato l’impegno dell’associazione non solo sull’annoso e irrisolto problema della frana di Montalbano ma anche per la difesa e il recupero ambientale del territorio ed ha illustrato i prossimi obiettivi, fra i quali il completamento del recupero di via dei Pilastri fin dove possibile  (purtroppo l’ultimo tratto è stato risucchiato nell’eterno cantiere di via Marconi) e il restauro dei lavatoi, per i quali è stata sollecitata la collaborazione della Curia, proprietaria del terreno prospiciente.

Più informazioni su