laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

L’internazionale società di crediti KRUK avrà come sede operativa nazionale La Spezia

Più informazioni su

LA SPEZIA – Un colosso internazionale nella gestione del credito approda a La Spezia. Si tratta della KRUK, fondata in Polonia da Piotr Krupa, che ha siglato un accordo di collaborazione con CreditBase International di Roberto Sergio con sede a La Spezia acquistandone il 100% delle quote. Grazie ad un accordo tra le due società la nostra città diventerà sede operativa della KRUK a livello nazionale. Per mandare in porto questa operazione, verranno assunte cento persone a La Spezia. Ieri mattina i vertici di KRUK e CreditBase hanno incontrato il sindaco Federici e l’assessore Laura Ruocco che in veste di responsabile del Centro per l’impiego ha assicurato un interessamento del Centro in vista delle nuove assunzioni.

L’Italia, dove si contano 200 miliardi di crediti deteriorati accumulati dal sistema bancario nazionale, rappresenta un importante mercato per il raggiungimento degli ambiziosi obiettivi di crescita e di espansione internazionale dell’azienda che ha filiali, oltreché in Italia, in Germania, Spagna, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia. In meno di un anno KRUK è stata protagonista di alcune delle principali operazioni di acquisizione di NPL del sistema finanziario e bancario italiano con l’acquisizione di quattro portafogli da Unicredit, Monte dei Paschi di Siena, Ubi e Locam per un ammontare complessivo di 1,52 miliardi di Euro.Nei primi nove mesi del 2016 il gruppo KRUK ha realizzato un utile netto di 42 milioni di Euro e ha investito la cifra record complessiva di 212 milioni di Euro in portafogli di crediti NPL di cui 75 milioni in Italia. La società spezzina che entro luglio 2017 prenderà il nome di KRUK Italia sarà diretta da Tomasz Kurr, Direttore generale e Antonio Cataneo, Chief operating officer.

“Vogliamo lanciare un messaggio semplice e chiaro – ha affermato Tomasz Kurr, Direttore generale di KRUK – Avere e trattare le persone col massimo rispetto. Prima chi e poi cosa. Prima capire le attitudini ed i valori del cliente, e poi studiare un progetto mirato per risolvere i problemi del debitore, sia singoli soggetti che aziende.  Vogliamo esportare in Italia il nostro modello studiato a puntino per la sua situazione macroeconomica.” La rappresentante polacca del Consiglio di Amministrazione di KRUK Iwona Zlosmka ha sottolineato come fin da subito vi sia stato feeling con la CreditBase per la comunanza di obiettivi. “E’ molto importante la modalità con cui si lavora e i valori che si vogliono trasmettere – ha affermato – Noi lavoriamo in squadra come una grande famiglia. Il problema delle persone che si rivolgono a noi non è tanto quello realistico di trovarsi in cattive acque ma di trasformarsi in cliente per uscirne. Bisogna eliminare il concetto di debitore per passare a quello di cliente. Solo così si possono rimettere in bonus le aziende in difficoltà che si trovano in un mercato chiuso o i singoli debitori che non possono far fronte ai loro debiti. La capacità di fidelizzare il cliente consiste nel devolvere premi materiali a quelli più virtuosi. In questo modo si accompagnano le persone nel percorso di reintegrazione nel tessuto economico.”

La voce spezzina di Roberto Sergio ha portato linfa vitale per questa sfida di business che farà di La Spezia la sede operativa a livello nazionale di KRUK. “Noi siamo andati controcorrente scegliendo di aprirci all’estero – ha affermato – Abbiamo puntato su KRUK perché ha obiettivi e strategie molto simili a noi. Il panorama economico sarà fatto sempre di più da grandi realtà perché ci vogliono investimenti e competenze forti per stare nel mercato. E noi, piccoli rispetto a KRUK, abbiamo scelto di allearci per stare meglio nel mercato, non solo spezzino ma nazionale”. Alessandro Scorsone, direttore strategie KRUK, ha illustrato le battaglie vincenti di KRUK fornendo i dati di questa grande azienda che si sta espandendo in tutta Europa. Antonio Cataneo di CreditBase dal canto suo seguirà più da vicino la selezione del personale. Insomma ieri è stata una giornata storica per il battesimo della neonata coppia aziendale e per La Spezia che salirà alla ribalta nazionale quale sede operativa di questo colosso internazionale. Motivo di orgoglio per la città e gli spezzini grazie ad un intraprendente imprenditore, Roberto Sergio, che ha saputo puntare su una grossa sfida per non restare nel piccolo ma pensare in grande.

Simona Pardini

Più informazioni su