laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Carispezia che cuore, Trissino ko e superato in classifica

Carispezia Hockey Sarzana ha messo a segno una vittoria frutto della grinta, del cuore e del coraggio di crederci sempre. Anche quando le cose non vanno per il verso giusto. Tre punti che catapultano i rossoneri a centro classifica, scavalcando proprio il Trissino e dimostrando di potersela giocare con tutti. Grande gioia al Polivalente per una squadra rossonera che è sempre più padrona dei propri destini. Ieri sera nel bene. (nella foto Francesco De Rinaldis autore della rete del 6 a 5).

CARISPEZIA HOCKEY SARZANA – HOCKEY TRISSINO 7 – 5  (2 – 3)

CARISPEZIA HOCKEY SARZANA : Corona (Alessio Perroni), De Rinaldis (1), Rispogliati, Rossi, Sterpini, Borsi (3), Dolce, Festa (3), Andrea Perroni Allenatore Francesco Dolce.

HOCKEY TRISSINO :  Nicoletti (Bovo), Bertinato (2), Dal Monte (1), Pasquale, Faccin, Oruste (2), Greco, Ghirardello. Allenatore Arianno Civa.

Arbitri: Sig. Molli (LU) – Sig. Bonuccelli (LU) ausiliario Sig. Minonne (LU)

“Sono certamente tre punti d’oro per la nostra classifica, ma è forse ancor più importante aver ritrovato lo “spirito Sarzana”- il Presidente Maurizio Corona esordisce così al termine della gara – la vittoria è strameritata e ha evidenziato una squadra caratterialmente mai doma ed è questo quello che ci avevano chiesto i nostri tifosi ad inizio stagione. E voglio soffermarmi sui nostri tifosi – continua il Presidente – partendo dal precampionato dove avevamo incontrato CGC Viareggio,Tallares e Forte in cui, nonostante fossimo sempre usciti sconfitti, ci avevano sostenuto credendo in noi. La settimana che precedeva la prima partita di Campionato contro il Cremona avevo ricevuto alcuni messaggi di sprone e il succo di tutti i messaggi era, “se giochiamo sempre con quella voglia è dura per tutti ….. non guardare le sconfitte questa squadra ci farà divertire” messaggi profetici i loro. Però in questo momento di esaltazione chiedo ai miei giocatori a gran voce il basso profilo e il lavoro in allenamento che ci ha caratterizzato in queste vigilie, tutti sappiamo che abbiamo prima di tutto una salvezza da conquistare il prima possibile. Avevamo contro un’ottima squadra, vincere contro il Trissino era difficilissimo, la squadra di Dario Rigo è una buonissima squadra, una squadra che aveva vinto contro Breganze e Bassano e arrivava a Sarzana reduce da pareggio conquistato contro il Lodi. Comunque – continua Corona – sono molto soddisfatto della mia squadra e di come mister Dolce sta lavorando per inculcare a questi ragazzi la giusta carica, il cuore e il coraggio di crederci. Ora dobbiamo migliorarci ancora se vogliamo centrare al più presto l’obiettivo della permanenza in serie A1 continuando a pensare – conclude Corona – che ogni partita sarà per noi una finale se vogliamo rivincere il nostro scudetto della salvezza”.

Ma veniamo alla gara Dario Rigo, orfano di Aguilar schiera il suo starting-five titolare, con Bertinato insieme a Ghirardello e alla coppia d’attacco formata da Dal Monte e Oruste con Nicoletti alla difesa della porta, con a disposizione Greco, Pasquale, Faccin e il secondo portiere Bovo. Dolce risponde con Corona tra i pali, De Rinaldis, Rossi, Borsi e Festa. Per la cronaca partita subito vibrante, al 5’,40” il Carispezia passa in vantaggio, Festa si allarga sulla destra e da fondo pista serve un preciso assist per l’accorrente Borsi che mette la sfera alle spalle di Nicoletti. Carispezia perfetto in questa parte della gara, gestisce bene il vantaggio e al 15’,30” raddoppia Sergio Festa recupera la palla nell’angolo sinistro della propria difesa taglia tutta la pista e poi lascia partire una conclusione che lascia di stucco Nicoletti. Sarzana non concretizza l’evidente supremazia, e accusa la rete di Oruste al 17’,15” complice una colossale dormita difensiva rossonera. Poi due blu in un minuto prima Festa con tiro di prima affidato a Greco che vede la parata di Corona e poi subito dopo con la squadra in tre, blu a Borsi, squadra che rimane in due, con tiro di prima affidato a Pasquale che si fa ipnotizzare da Corona. In doppia superiorità numerica arriva prima la rete di Dal Monte al 21’,53” e sempre in superiorità numerica trenta secondi dopo arriva il sorpasso di Bertinato. Negli ultimi minuti di tempo due occasioni per parte, poi i suono della sirena manda le squadre negli spogliatoi per l’intervallo con il punteggio di 3 a 2 a favore della formazione veneta. Nel secondo tempo al 28’,31”, i rossoneri trovano subito la rete del pareggio con una magia di Borsi che con una conclusione dal limite trova il sette alla destra di Nicoletti. Al 34’,49” Sarzana in vantaggio, Dal Monte commette un brutto fallo su Borsi che viene punito con il cartellino blu, tiro di prima affidato a Festa che prima si fa parare il tiro da Nicoletti ma sulla corta respinta del portiere veneto mette la palla in rete. Sarzana che potrebbe portarsi sul doppio vantaggio quando viene fischiato il decimo fallo alla formazione del Trissino con conseguente tiro di prima, si incarica della battuta Borsi ma Nicoletti si oppone. Al 37’,32” pareggio ospite, Bertinato mette con un preciso assist Oruste davanti a Corona che tutto solo dentro l’area non lascia scampo al portiere ligure. Neppure il tempo di mettere la sfera al centro che Carispezia torna in vantaggio, fallo dentro l’area di Oruste su Rossi e rigore che Borsi trasforma. Sarzana che potrebbe chiudere la gara quando al 46’10 Oruste frana su Borsi lanciato verso la porta, espulsione del gaucho Argentino e tiro di affidato a Festa che vede l’opposizione di Nicoletti. Ed in inferiorità numerica al 46’,52” i Veneti pescano il jolly con Bertinato che lascia partire una conclusione poco prima del vertice destro che sorprende Corona sul primo palo. Ma il cuore e il coraggio di crederci sempre sono gli ingredienti migliori della formazione di Dolce che prima del termine del power-play al 47’,05” ritorna in vantaggio, Borsi serve un assist a De Rinaldis e il guerriero rossonero scaraventa la palla alle spalle di Nicoletti. Mossa della disperazione di Rigo che nel finale toglie il portiere per mettere il quinto uomo di movimento, ma persa la pallina a centro pista, per Festa è un gioco da ragazzi mettere il gol del 7 a 5 a porta vuota. Grande gioia al Polivalente per una squadra rossonera che è sempre più padrona dei propri destini. Ieri sera nel bene.

Prossimo incontro Mercoledì 7 Dicembre al PalaFerrarin di Breganze contro l’ Hockey Breganze.