laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Trio Paloma, un ponte di poesia tra Genova e La Spezia

Più informazioni su

La Liguria continua a dimostrarsi terreno particolarmente fertile per la poesia.

Nei giorni del ponte dell’immacolata infatti Genova prima e La Spezia poi ospiteranno lo spettacolo “Siamo contro la retorica dell’alcool” del Trio Paloma.

A dare voce e corpo a questo trio, tre tra i migliori poeti performativi della scena italiana: Andrea Fabiani, Gianmarco Tricarico e Lorenzo Bartolini.

Siamo contro la retorica dell’alcool“, già rappresentato con buoni riscontri in due date milanesi, è uno spettacolo di teatro-poesia, in cui la narrazione si alterna alla recitazione dei testi poetici veri e propri e alla pura improvvisazione. Un susseguirsi frenetico di versi e racconti in cui i momenti esilaranti si alternano senza soluzione di continuità ad attimi decisamente toccanti. “Uno spettacolo – dicono gli autori e interpreti – che parla d’amore, d’alcol e di traumi infantili. E che, dopo le ottime serate milanesi, vogliamo portare in giro per il resto dello stivale. A cominciare proprio dalla liguria.”

Due, come dicevamo, le date di questo minitur ligure. Giovedì 8 dicembre a Genova, dall’Orso, in via San Bernarndo e Venerdì 9 a La Spezia, all’Origami Live Club di via Manzoni.
Entrambe i locali sono attivi nella promozione della poesia e sono stati recentemente teatro di agguerriti poetry slam. Non è dunque un caso che siano proprio loro ad ospitare le esibizioni del Trio Paloma. D’altra parte proprio nel mondo del poetry slam è avvenuto l’incontro che ha dato vita al Trio Paloma.
“Il poetry slam è l’inizio – dicono quelli del Trio Paloma -, un modo per avvicinare il pubblico a un determinato tipo di poesia e per creare contatti e relazioni tra i poeti. Quello che vogliamo fare con questo spettacolo è il passaggio successivo. Liberare la poesia dalla dimensione della gara e proporla in commistione con altri generi espressivi.”

In quest’ottica va a inserirsi la collaborazione con l’artista visuale Furio Mendoza, che ha concesso al Trio, per la campagna Facebook di promozione di questi eventi, l’utilizzo delle proprie nature morte.

Di seguito le biografie dei membri del Trio Paloma:

Lorenzo Bartolini scrive canzoni, monologhi e poesie.

Dal 2004 è cantattore dei Formazione Minima, con cui porta in giro in Italia e anche all’estero in più di trecento occasioni un omaggio a Giorgio Gaber.

Sempre coi Formazione Minima fa spettacoli di teatro-canzone e di teatro d’evocazione, pubblica due dischi originali (Spettacolo Primo, 2011; Tutto tranne l’ugola, 2013) e un audiolibro insieme a Roberto Mercadini (Melangolo, 2010).

Con Roberto Mercadini fa spettacoli di teatro-poesia.

Ha esordito a Novembre 2015 con il suo primo spettacolo di teatro-poesia in solitaria dal titolo “Anche se”, al teatro comunale di Cesenatico.

Nel 2016 partecipa a Poetry Slam in tutta Italia e accede alla Finale Nazionale del Campionato L.I.P.S. classificandosi al quinto posto.

Ha tenuto un corso di Scrittura Creativa a Forlì dal titolo “Scrivere a voce alta” per l’Associazione offiCINEmedia.

Le sue poesie vengono inserite nel programma di studi di Lingua Italiana alla Duke University (USA), Department of Romance Studies, Fall 2016.

Tiene una rubrica su YouTube dal titolo “ESPRESSO POESIA” in cui recita poesie degli autori che più gli piacciono.

Andrea Fabiani nasce a La Spezia, nel maggio del 1978, da una maestra, figlia di una maestra, figlia di una maestra. Ragion per cui se fosse nato femmina ora farebbe la maestra. Però è nato maschio.

Scrive poesie e racconti che ha pubblicato qua e là su riviste cartacee e online (Carie, Inutile, Rapsodia, L’inquieto, Alibi)

Recentemente ha pubblicato, con Edizioni La Gru, la sua prima raccolta di poesie, dal titolo: “Volevo solo non scrivere poesie d’amore”.

Son quasi tutte poesie d’amore.

E socio e fondatore del Collettivo Linea S, impegnato soprattutto nell’organizzazione di reading e spettacoli di narrazione, e del gruppo dei Poeti Mitilanti, con cui ha dato recentemente alle stampe la raccolta autoprodotta: “Mitilanti Vol.01 – è ancora un golfo per poeti”.

Ha paura di tutto ciò che vola ed è più piccolo di un panino.

Non mangia cioccolata. No non è allergico, è proprio che non gli piace il sapore.

Gianmarco Tricarico (1990, Milano, Italia) poeta di sostanza. Nella vita reale analizza antibiotici per una nota azienda farmaceutica. Denuncia l’inefficacia delle pratiche omeopatiche occidentali. Si vaccina spesso di nascosto per diventare un supersoldato nerboruto della legione segreta filoamericana con la mente piegata allo strisciostellato. Predilige l’antipolio. Nel frattempo gira per locali e circoli portando una poesia al limite tra l’imbarazzo, la denuncia e l’incredibile scioglievolezza di Lindt.

Più informazioni su