laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Dieci minuti di black out Sarzana e il Giovinazzo ringrazia

I rossoneri recuperano da 0-3 a 3-3 poi l’improvviso tracollo, i rossoneri incassano 4 reti, e certificano la sconfitta. Carispezia torna in pista sabato sera prossimo per la gara di andata dei sedicesimi di finale della Coppa Cers, nella partita casalinga contro il Monza e chiude il girone di andata il martedì successivo 20 Dicembre sempre in casa contro il Sandrigo. (nella foto di Elisa Ercego il mister/bomber rossonero Francesco Dolce)

A.F.P. GIOVINAZZO – CARISPEZIA HOCKEY SARZANA 7 – 3  (3 – 2)

A.F.P. GIOVINAZZO: Sanchez (Lanza), Romero (4), D’Agostino (2), Giudice, Mastropasqua, Depalma, Marzella (1), Turturro, Bavaro. Allenatore Angelo Depalma

CARISPEZIA HOCKEY SARZANA: Corona (Alessio Perroni), Rispogliati, De Rinaldis, Sterpini, Borsi (1), Dolce (2), Rossi, Festa. Allenatore Francesco Dolce

Arbitri: Sig. Andrisani (MT) Sig. Mauro (SA) ausiliario Sig. Sterlacci (BA)

“E’ un risultato non veritiero, un risultato che ci penalizza oltremodo per quanto fatto vedere in pista. Gli abbiamo regalato completamente dieci minuti del secondo tempo, dopo non era facile recuperare commenta il Presidente Maurizio Corona a fine partita Siamo andati sotto tre a zero solamente in virtù di singoli episodi, poi con un ottimo finale di tempo e un inizio di secondo tempo in cui la squadra ha ritrovato la verve delle ultime gare abbiamo trovato il pareggio, ma poi incredibilmente siamo ceduti di schianto mancando la prima vittoria in trasferta che a un certo punto sembrava persino possibile. Personalmente non mi sono piaciute alcune decisioni arbitrali – continua Corona –   che hanno messo in discesa la gara ai padroni di casa, un rigore molto generoso nel primo tempo, una rete annullataci inspiegabilmente, e la rete del 5 a 3 del Giovinazzo, che ci ha tagliato inesorabilmente le gambe, con la palla portata avanti con il pattino dagli attaccanti bianco verdi, ma come ho detto ai miei giocatori la fortuna e le sviste arbitrali nell’arco di un anno si compensano sempre, il Sarzana ad ora ha molto credito ed io fiducioso aspetto al più presto la compensazione. Ora dobbiamo ritrovare la necessaria concentrazione e rituffarci nella corsa salvezza vorrei ricordare che abbiamo comunque 13 punti in classifica generale – continua Corona – sabato ci aspetta il Monza, negli ottavi di finale di Coppa Cers dove sarà derby italiano, e per la città dovrà essere una festa, la vetrina europea è qualcosa di prestigioso per la società e per la città, e noi dobbiamo onorarla al massimo. Poi martedì 20 ancora al Vecchio Mercato la partita contro il Sandrigo sfida salvezza fondamentale e che potrebbe anche aprirci le porte alla disputa della final-eight di Coppa Italia. Chiedo a tutti i tifosi di sostenere la squadra senza se e senza ma, abbiamo bisogno del sesto uomo, inoltre voglio ricordare loro che il nostro obiettivo è la conquista della salvezza, che non è semplice, e che le risorse economiche non ci permettono di guardare a obiettivi più prestigiosi. Comunque io sono contento dei miei ragazzi – conclude Corona – venivamo da cinque risultati utili consecutivi, ho visto un ottima squadra contro il CGC Viareggio, ancora un’ottima squadra contro Trissino e Breganze e un buon Sarzana a tratti contro il Giovinazzo, cancelliamo i dieci minuti di black-out in terra Pugliese e ripartiamo con rinnovato ardore.”

Veniamo alla cronaca. Discreta la cornice di pubblico al Pala Pansini di Giovinazzo Il giocatore/allenatore Angelo Depalma schiera il duo d’attacco Marzella, insieme all’ Argentino Romero e lo stesso De Palma con D’Agostino sulla linea difensiva con Sanchez a difesa della porta. A disposizione di De Palma: Mastropasqua, Bavaro, Giudice, Turturro e il secondo portiere Lanza. Dolce risponde con Corona tra i pali De Rinaldis, Borsi, Rossi e Festa. Per la cronaca: Partita tatticamente accorta, dove nelle occasioni da rete da una parte e dall’altra i portieri si fanno trovare pronti. Al 12’ Giovinazzo in vantaggio, Romero converge da sinistra verso destra, entra in area e lascia partire un diagonale che batte sul palo ala sinistra di Corona e termina in rete. Al 15’, 04” rigore molto generoso concesso ai padroni di casa, si incarica della battuta Romero, Corona respinge, riprende la respinta lo stesso Romero che con freddezza mette la sfera alle spalle di Corona. Sarzana sfortunato al 20’,23” su un tiro dalla distanza di Romero, Festa, per anticipare D’Agostino, mette la pallina alle spalle di Corona per il classico degli autogol. I rossoneri reagiscono ed iniziano a macinare gioco, al 22’, cartellino blu a Marzella per fallo su Festa, tiro di prima battuto dallo stesso Festa che trova un super Sanchez che respinge. Nel power-play susseguente i rossoneri trovano la rete, combinazione Dolce, De Rinaldis, Borsi con ques’ultimo che di prima intenzione mette la sfera alle spalle di Sanchez. Sarzana in palla e a 45” secondi dalla fine trova la rete del 3 a 2 con Dolce bravo a girare in rete un passaggio di Festa in area Pugliese. Il suono della sirena del primo tempo fissa il parziale con il risultato di tre a due a favore della formazione di Angelo De Palma. Secondo tempo con i rossoneri, ancora padroni della pista, che al 33’,02 trovano la rete del pareggio ancora con Dolce che sfrutta un delizioso assist di Borsi. Quando sembra che il Giovinazzo sia sulle ginocchia, al Carispezia si spegne la luce. Al 34’,21” errore difensivo dei rossoneri che manda D’Agostino a tirare dalla sua mattonella preferita, il difensore bianco verde lascia partire una saetta che insacca alla sinistra di Corona. Al 40’, 56” pasticcio clamoroso a centro pista dei Sarzanesi, Marzella si aiuta con un pattino e porta in avanti la palla e in combinazione a due con D’Agostino riceve dallo stesso e mette la pallina alle spalle di Corona. Passano trenta secondi e il Giovinazzo usufruisce di un tiro di rigore batte Romero ma Corona con l’aiuto del palo dice di no. Sarzana in balia dei padroni di casa con Romero che si presenta tutto solo davanti a Corona e mette in goal per il parziale di 6 a 3. Dopo la rete, espulsione a De Rinaldis per proteste e partita di fatto finita. Rigore per il Sarzana al 48’ per un fallo su Dolce, va alla battuta Borsi ma Sanchez si esalta ancora. Pioggia di cartellini blu nel finale, prima D’Agostino per proteste, poi Festa che a 32” dal suono della sirena commette fallo su Romero. Tiro libero battuto dallo stesso Romero che mette la palla alle spalle di Corona. Finale di 7 a 3 a favore della AFP Giovinazzo contro un Carispezia che ha regalato letteralmente la parte finale della gara alla formazione Pugliese.