laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Paita e Michelucci: “Servono chiarimenti in tempi rapidi sul caso dei dragaggi nel Porto della Spezia”

Più informazioni su

LA SPEZIA – “Tempi certi e risposte chiare sull’inchiesta interna ad Arpal in merito alla vicenda dei dragaggi nel porto della Spezia, che potrebbero aver danneggiato gli impianti di mitilicoltura”. Lo chiedono i consiglieri regionali del Pd Raffaella Paita e Juri Michelucci nella loro interrogazione presentata questa mattina in aula. Il caso dell’inquinamento ambientale delle acque del Golfo della Spezia, derivante dal presunto non rispetto delle norme durante i lavori di dragaggio del porto, è già stato sollevato in passato dal Gruppo del Partito Democratico, e, ricordano i due esponenti del Pd “visto che è stata avviata un’inchiesta interna ad Arpal per verificare eventuali lacune sulle modalità tecnico/operative dell’attività di controllo nelle operazioni di dragaggio nel porto della Spezia, è importante che le risposte su questa vicenda arrivino nel più breve tempo possibile. La Giunta Toti, a fronte di una precedente interrogazione del Pd sulla questione dei dragaggi – precisano Paita e Michelucci – aveva provato a tranquillizzarci sostenendo che non ci fosse alcun motivo di preoccupazione. Visto ciò che è emerso il 3 novembre scorso a seguito dalla sentenza della Corte di Cassazione che ha annullato il dissequestro del cantiere per i dragaggi, però, tutta quella tranquillità ostentata dal centrodestra oggi andrebbe probabilmente riconsiderata”. I due consiglieri del Partito Democratico ricordano inoltre che la mitilicoltura è alla base dell’economia e dell’identità spezzine, pertanto “mettere in discussione quest’attività – continuano – non è certo una questione di poco conto. Quindi occorre dipanare al più presto ogni dubbio. Servono chiarimenti in tempi rapidi”.

Più informazioni su