laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Il castagno e Babbo Natale

Più informazioni su

Iniziativa per la Val di Vara di Mangia Trekking con un legno importante ed una castagna.

LA SPEZIA – Forse non molti conoscono che tantissimi dei pali di castagno che sorreggono le viticolture nelle Cinque Terre provengono dai boschi di Mangia nel Comune di Sesta Godano. Questo è soltanto un piccolo esempio di come il castagno, sia la pianta che con i suoi legnami ed i suoi frutti da sempre sostiene la vita di intere comunità, in molteplici circostanze ed aspetti, tante volte non immaginabili. Così in occasione di questo Natale, nell’antico borgo di Mangia, con piccoli tronchi di castagno, l’associazione Mangia Trekking ha realizzato una cucciola comunità di Babbo Natale, per portare all’attenzione, ancora una volta, il significativo valore di questo prezioso albero, e proporre che Mangia e la Val di Vara, divengano riconosciute, secondo le tradizioni Liguri, la dimora di Babbo Natale.

Quest’ultimo, un obiettivo apparentemente insolito, ma forse, neanche tanto, infatti la casa di Babbo Natale sembrerebbe cambiare a seconda delle tradizioni dei luoghi. In Lapponia, dicono che abiti sul Circolo Polare Artico. Negli Stati Uniti sostengono che Babbo Natale abiti in Alaska. I finlandesi lo vogliono veder abitare nella città di  Rovaniemi. A parer dei norvegesi, invece la sua residenza è Drobak, dove si troverebbe anche il suo ufficio postale. Insomma, una tradizione ed una leggenda assai gradevoli e ricche di buoni significati. Gli amici del Mangia Trekking, senza inventare nulla, per avanzare il loro pensiero a tutela di un albero fondamentale, e di luoghi che potrebbero assumere anche una visibilità diversa e maggiore, hanno provveduto, a realizzare una comunità di Babbo Natale stilizzati. Figure appunto ricavate da tronchi della pianta di castagno, che grazie all’uso di pitture non inquinanti, si sono trasformate nella tipica immagine di Babbo Natale, con la folta barba bianca ed il cappello rosso. A completare il loro viso un naso realizzato con una semplice castagna.

Oggi la cucciola comunità di Babbo Natale con l’anima “di castagno” abita al centro escursionistico Mangia Trekking, luogo da cui l’associazione, da tanti anni, vede nascere molte delle sue iniziative a favore dei territori.

Più informazioni su