laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Eco Carbon. Altolà del comune alla giunta Toti

Più informazioni su

LA SPEZIA – Altolà del comune alla giunta Toti: ritirare la convenzione con Eco Carbon per l’uso del combustibile da rifiuto negli inceneritori. E’ quanto richiesto nel documento discusso ieri sera, nel Consiglio Comunale Della Spezia.

Il documento chiama in causa la Giunta Toti, responsabile di aver siglato un protocollo d’intesa con il consorzio Eco Carbon per lo studio sulla rendita economica del combustibile da rifiuto da bruciare negli inceneritori

Sui temi che riguardano la salute dei cittadini, centro-sinistra compatto, commentano in una nota congiunta i capi gruppo di maggioranza Liguori, Masia e Sommovigo, battaglia storica iniziata già dal primo mandato Federici.

Il documento a firma PD e maggioranza approvato anche con il voto di rifondazione comunista, oltre ad impegnare la Giunta Toti a ritirare la convenzione firmata con Eco Carbon, ribadisce la ferma contrarietà dell’amministrazione comunale, ad ogni ipotesi di combustione del rifiuto in Enel.

La convenzione siglata tra la Regione ed Eco Carbon, potrebbe essere il primo passo verso la politica degli inceneritori, afferma il capo gruppo Pd Luca Liguori, occorre immediatamente scongiurare questo rischio, ecco perche’ abbiamo chiesto alla Regione il ritiro della convenzione.

Non c’era alcuna necessità di avviare quello studio, questa città ha già pagato un prezzo altissimo in termini di inquinamento prodotto da Enel, non può tollerare nessun’altra scelta che minimamente porti ad un futuro diverso, almeno finche’ la maggioranza di centro sinistra governerà la Città, a maggior ragione oggi che il traguardo di dismissione e abbandono della centrale dal territorio, risulta a portata di mano.

Anche la scelta della raccolta differenziata spinta con il porta a porta in tutto il territorio, persegue tra gli altri l’obiettivo di proteggere la città da possibili cambi di rotta, aumentare il recupero di differenziato e abbattere la quota d’indifferenziato, è a tutti gli effetti funzionale anche al percorso di dismissione della centrale Enel dal territorio spezzino.

Più informazioni su