laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Consiglio Generale della CISL spezzina alla presenza del segretario regionale Antonio Graniero

Più informazioni su

LA SPEZIA – Si terrà  lunedì prossimo presso la sala riunioni della Cassa Edile della Spezia in via Taviani il Consiglio Generale della Cisl con la partecipazione del segretario generale regionale Antonio Graniero.  Con questo appuntamento si  apre ufficialmente il percorso del 18° congresso provinciale della Cisl della Spezia che si svolgerà dal  13 al 14 marzo prossimi e che culminerà con il rinnovo delle cariche della segreteria provinciale  e di quella confederale  oltre a quelle di tutte le federazioni con i rispettivi consigli direttivi.

Già dall’inizio del mese di dicembre si stanno celebrando i congressi nei posti di lavoro che proseguiranno anche nel prossimo gennaio per l’elezione dei delegati che parteciperanno al congresso provinciale.

“Nonostante il perdurare della crisi – dice Antonio  Carro (nella foto), segretario provinciale – che interessa particolari  settori della nostra provincia la Cisl conta oltre 22 mila iscritti  con significativi incrementi nelle categorie del commercio e del turismo oltreché dei trasporti e del pubblico impiego  come dimostrano anche le recenti elezioni delle Rsu”.

Aggiunge Carro: “Andiamo vero un  congresso volto alle tematiche del rinnovamento  e con particolare attenzione ai giovani, alle donne, ai migranti  di seconda e terza generazione. Senza dimenticare le problematiche dei lavoratori espulsi dal mercato occupazionale con particolare riferimento a quanto già previsto dall’accordo dello scorso 27 settembre che prevede la possibilità di accedere al pensionamento anticipato per i cosiddetti lavoratori precoci e con mansioni particolarmente usuranti e gravose o per  quelli interessati da  crisi industriali”.

Al centro del congresso vi saranno temi di fondamentale importanza come il Polo della difesa, il Porto e la logistica, il settore del Turismo e commercio  oltre alle Green economy e allo studio di politiche di rilancio del territorio che possano favorire la crescita  e  lo sviluppo dell’occupazione nella nostra provincia che patisce oltre 10 mila disoccupati in cerca di lavoro  e un indice di povertà in crescita costante.

Più informazioni su