laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Peter Hook (New Order- Joy Division) e Andy (Bluvertigo) in Piazza Verdi per salutare il nuovo anno

Più informazioni su

Capodanno 2017.

LA SPEZIA – Venerdì 30 dicembre a partire dalle 17.30 si terrà la festa per la riconsegna di Piazza Verdi alla città.

In programma un suggestivo spettacolo di luci, colori e proiezioni sulle note del Maestro Paolo Restani che si esibirà in brani di Rachmaninoff, Liszt, Chopin e, naturalmente, Giuseppe Verdi. Il pianoforte grancoda sarà posizionato su un palco- torre situato nei pressi del Palazzo delle Poste, in modo da trasformare la piazza in una grande sala all’aperto.  A introdurre sarà l’Ensemble di Trombe del Liceo Musicale ISA 4 diretto dal Maestro Lorenzo Cimino.

Il 31 dicembre, sempre in Piazza Verdi, l’evento clou del Capodanno spezzino con una leggenda della musica internazionale. In programma, a cavallo della mezzanotte, un dj set di Peter Hook, fondatore e bassista dei New Order e dei Joy Division. A chiudere il Capodanno Andy (Andrea Fumagalli), fondatore con Morgan deiBluvertigo, con un dj set eclettico che farà divertire e ballare fino alle 3.  Ad accompagnare i dj set sarà uno spettacolo illuminotecnico di grande impatto visivo ed emozionale.

Il Capodanno non finisce qui. Nelle piazze del centro sono in programma musica live e dj set che, insieme alle iniziative organizzate dai locali, riempiranno la città di musica e sorprese per tutti i gusti.

Peter Hook. Bassista leggendario dei New Order e Joy Division, rimane fedele alla sua musica fondando la band The Light, facendo dj set in tutto il mondo con FAC51 The Hacienda e scrivendo libri sulle esperienze The Hacienda e la sua prima band Joy Division. Durante i suoi trent’anni musicali, Peter Hook ha ispirato migliaia di giovani bassisti attraverso i grandi classici come “Love Will Tear Us Apart”, “Atmosphere”, “Ceremony”, “Thieves Like Us”, “Regret” e molti altri. La canzone “Blue Monday” incisa nel 1983, è diventata fonte di ispirazione per la nascita della  dance music degli anni ’80 e ’90, pioniera della “club culture” così come è intesa oggi. Lo stile di Hook definisce una generazione musicale dove i generi dell’indie e della dance sono fusi insieme. Oggi Peter Hook continua ad essere protagonista come dj set nei migliori club e festival europei e mondiali.

Andy – nome di battesimo Andrea Fumagalli – non è solo un musicista, ma anche un cantante e pittore che ama l’arte a trecentosessanta gradi.  Nasce a Monza, città nella quale si diploma presso l’Istituto d’Arte. Successivamente decide di specializzarsi nel ramo della grafica pubblicitaria e dell’illustrazione all’Accademia delle Arti Applicate di Milano. Contemporaneamente a questa passione sviluppa quella per la musica, che lo porta a studiare il saxofono, i sintetizzatori e le tastiere. Nei primi anni 90 fonda con Morgan i Bluvertigo. La band propone al mercato discografico italiano un suono nuovo, dalle caratteristiche anglofone, basato sulla commistione tra elettronico e melodico, applicato ai diversi generi musicali. Dopo anni di tournée, apparizioni televisive e implicazioni discografiche, Andy si propone oggi in diversi ruoli, cercando di unire le sue esigenze espressive attraverso differenti forme artistiche. Dipinge grandi quadri fluorescenti su tela, compone colonne sonore per la danza contemporanea e il teatro, mixa la musica new wave degli anni 80 nei club o le piazze come dj, s’inventa co-presentatore di due programmi di MTV. La sua pittura è, attualmente, molto apprezzata nel settore della moda e in quello pubblicitario.

Più informazioni su