laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Assessore Giampedrone: oltre 3 milioni di euro per i comuni colpiti dai danni alluvionali

Più informazioni su

GENOVA – Ammontano a 3milioni e 36.380 euro i finanziamenti stanziati oggi dalla Giunta Toti, su proposta dell’assessore regionale alla Protezione civile e Infrastrutture, Giacomo Giampedrone per ripristinare le normali condizioni di vita nelle zone del ponente ligure colpite dal maltempo lo scorso 24 e 25 novembre. Si tratta di risorse derivanti dalle accise regionali 2016 sulla benzina che serviranno a intervenire in particolare nel ponente ligure, nei Comuni danneggiati in provincia di Imperia e Savona, ma anche in provincia della Spezia e di Genova. Le risorse erano state preannunciate la scorsa settimana dallo stesso Presidente Toti, insieme all’assessore Giampedrone appena avuta la notizia del riconoscimento dello stato di emergenza richiesto dalla Regione Liguria per andarsi ad aggiungere, quale contributo regionale, allo stanziamento di 11 milioni di euro del Consiglio dei Ministri. Oggi la Giunta regionale ha deciso di incrementare ulteriormente i fondi inizialmente previsti, per affrontare 26 interventi nelle sole province di Imperia e Savona, più ulteriori 4 distribuiti tra le province di Genova e La Spezia.

Con le risorse messe a disposizione dalla Regione i Comuni del ponente ligure potranno affrontare immediamente le situazioni gravi dovute al maltempo e effettuare lavori in somma urgenza e di consolidamento a seguito di frane.

In Provincia di Imperia sono 22 gli interventi previsti riguardanti: lavori di somma urgenza per la messa in sicurezza del versante incombente sulla strada provinciale Acquetico – Mendatica – Cosio al km 3+150; lavori di somma urgenza per la messa in sicurezza del versante incombente sulla strada provinciale 6 di Armo al km 5+700; lavori di somma urgenza per la messa in sicurezza del versante incombente sulla strada provinciale 84 di Nirasca al km 1 + 600; lavori di somma urgenzaper la messa in sicurezza del versante incombente sulla sp 10 di Lenzari al km 3 + 300; lavori di somma urgenza per la messa in sicurezza del versante incombente sulla sp 99 di Pontedassio ai km 1+400 e 2+100; lavori di somma urgenza per lo sgombero di materiali terrosi franati sulle strade provinciali della Valle Nervia; lavori di somma urgenza per la messa in sicurezza con reti paramassi della parete rocciosa al km 2+000 della strada provinciale25 Ville San Pietro – Conio; lavori di somma urgenza per lo sgombero di materiali ferrosi sulle strade provinciali della Valle Argentina; lavori di somma urgenza per lo sgombero di materiali terrosi franati sulle strade provinciali della Valle di rezzo; lavori di somma urgenza per lo sgombero di materiali terrosi franati sulle strade provinciali della Bassa Valle Arroscia; lavori di somma urgenza per lo sgombero di materiali terrosi franati sulle strade provinciali della Valle Impero; lavori urgenti di ripristino delle reti paramassi della strada provinciale 99 di Pontedassio in corrispondenza della rampa nord – svincolo per Chiusavecchia; lavori yrgenti di costruzione di un muro a valle della strada provinciale 3 di Acquetico – Mendatica – Cosio al km 12+900; lavori urgenti di ricostruzione di un muro a valle della SP 28 di Caravonica al km 7+100 e sistemazione delle opere di raccolta e convogliamento delle acque meteoriche; lavori di ricostruzione di muri franati a valle della SP 6di Armo al km 3+000 e convogliamento delle acque meteoriche fino al km 5+700; lavori di protezione della sede stradale della SP 17 di rezzo – Molini di Triora al km 32 + 300; lavori per il ripristino della percorribilità del ponte sul rio Bevera; sistemazione di terre e rocce da scavo; lavopri di ricostruzione del muro di sostegno della SP 34 di Villa Faraldi al km 5+150; lavori di consolidamento della sede stradale della SP 3 di Acquetico – Mendatica- Cosio al km 7 (bivio per Montegrosso Pian Latte) e al km 7+700; lavori di ricostruzione del muro di sostegno della SP 63 di Isolabona – Apricale – Bajardo al km 10+750; lavori di consolidamento del muro di sostegno della SP 40 di Vasia al km 1+200.

In Provincia di Savona sono 5 gli interventi previsti: consolidamento della strada franata al km 9+000 in località Carpe del Comune di Toirano; consolidamento e messa in sicurezza del versante in frana al km 18+000 fra i Comuni di Calizzano e Bardineto; consolidamento e mezza in sicurezza del versante in frana nei Comuni di Pallare e Bormida; lavori di messa in sicurezza e consolidamento del corpo stradale franato in più punti nei Comuni di Calizzano e Massimino; lavori di messa in sicurezza della strada provinciale “Bragno – Ferrania”.

Agli interventi nei Comuni danneggiati del ponente ligure si aggiungeranno in Provincia di Genova: lavori di consolidamento della strada provinciale 47 del Santuario N.S della Vittoria nel territorio di Savignone; e lavori di consolidamento della strada provinciale 15 del Brugneto nel territorio di Propata.

Ulteriori due interventi sono previsti in Provincia della Spezia con il consolidamento e il ripristino della carreggiata nel tratto tra Pignone – Casale Faggiona – Cassana lungo la strada provinciale 34 e 35 e il consolidamento del tornante e delle tombinature della SP 63 nel tratto in località Campo sotto l’abitato di Piculla nel territorio di Vernazza. “In maniera molto tempestiva abbiamo stanziato risorse in aggiunta a quelle dello stato di emergenza che serviranno a intervenire quanto prima per ripristinare le normali condizioni di vivibilità nei Comuni del ponente ligure fortemente colpiti dall’ultima ondata di maltempo – ha sottolineato l’assessore Giampedrone – In questo modo Regione Liguria è al fianco dei Comuni a fronte degli importanti lavori da realizzare, coordinando gli sforzi e destinando al meglio le risorse per riparare i danni subiti. Inoltre è allo studio un ulteriore provvedimento che siamo pronti a varare entro la fine dell’anno per destinare ulteriori risorse ai territori colpiti dal maltempo e consentire il ripristino delle normali condizioni di vita ”.

Più informazioni su