laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

“I piccoli negozi sono la vita dei centri storici, compra nei piccoli negozi e mantieni viva la tua città”

Più informazioni su

Questo lo slogan con il quale la CNA della Spezia lancia la campagna di sensibilizzazione a favore di acquisti consapevoli.

LA SPEZIA – “In questi giorni di ultimi acquisti natalizi è quanto mai importante ricordare ai consumatori l’importanza di scegliere con consapevolezza prodotti magari nati da mani d’artigiani, – spiega Federica Maggiani, Presidente CNA La Spezia – comprando nei piccoli negozi e nelle botteghe artigiane di quartiere e dei centri storici si mantengono vive queste attività , che hanno pagato più di tutti il prezzo della crisi e delle abitudini di consumo. Sono diminuiti gli incassi, aumentate le spese fisse di gestione. Chi non ha chiuso ha comunque ridimensionato il personale, ma sono queste attività che tengono vivi i centri storici e periferie, e assicurano servizi alla comunità. Se si vuole abitare in un quartiere o un piccolo centro vitale la prima cosa è acquistare nelle attività che lo presidiano.”

“Un messaggio che abbiamo voluto sottolineare con la mostra “L’Eccellenza Sfila” organizzata dalla CNA della Spezia nelle sale del Castello di Lerici lo scorso weekend – aggiunge Angelo Matellini, Direttore CNA La Spezia e Liguria. – In mostra nelle sale del castello , tra teche e cornici quali fossero opere d’arte, sono state esposte alcune eccellenze delle produzioni artigiane: dagli abiti da sposa realizzati su misura e cuciti a mano, ricamo dopo ricamo, ai capi d’alta moda, alle borse in pelle ai cappelli, all’arte orafa e le produzioni in vetro. Oggetti simbolici del sapere fare artigiano per sensibilizzare i visitatori verso l’importanza dell’acquisto consapevole, in questi giorni di frenetico shopping. Comprare un prodotto artigianale significa acquistare un prodotto unico e mantenere in vita un mestiere, e un’attività. L’unico modo per mantenere così vivi e attrattivi i piccoli centri storici. E’ importante essere consci dell’importanza dei nostri consumi e delle economie che generano per incentivare percorsi di qualità.”

Più informazioni su