laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Replica del Comune di Lerici in merito al licenziamento del custode del cimitero di San Terenzo

Più informazioni su

LERICI – Si prende atto con stupore delle dichiarazioni uscite su La Nazione del 28 dicembre, dove il sindacato afferma che il Comune di Lerici avrebbe svolto un’istruttoria a senso unico in merito all’esposto, pervenuto in data 11/11/2016, con cui si segnalava che il custode del Cimitero di S. Terenzo ha svolto il lavoro di tumulazione di una salma solo dopo aver percepito un compenso di euro 50.

Altresì, sempre con stupore, si leggono le dichiarazioni rese dalla Cooperativa Maris, citate nel medesimo servizio giornalistico, che afferma di essere disponibile alla reintegrazione del lavoratore laddove il Comune ritiri la lettera perentoria inviata alla stessa Maris.

Si precisa che il Comune non ha svolto alcuna istruttoria in merito ai fatti denunciati dall’esposto di cui sopra.

Il Comune ha trasmesso l’esposto a Maris limitandosi a chiedere chiarimenti in merito all’episodio denunciato e ricordando alla Cooperativa appaltatrice che i suoi dipendenti devono attenersi al Codice di Comportamento dei dipendenti del Comune di Lerici emanato ai sensi del DPR 62/2013.

Quindi, nessuna richiesta perentoria di assunzione di provvedimenti ma la doverosa e necessaria richiesta di chiarimenti e di rispetto del Codice di comportamento.

Ma non solo, si evidenzia che, a seguito di detta doverosa trasmissione, il Comune ha ricevuto da Maris la sola comunicazione di avvio di un procedimento disciplinare.

In piena autonomia Maris ha svolto il procedimento disciplinare e ha assunto la decisione di licenziare il proprio dipendente. Ciò senza alcun preventivo contatto col Comune.

Se oggi, come si legge su La Nazione, il Sindacato e Maris intendono confrontarsi e rivedere la posizione del dipendente licenziato,   il Comune non potrà che prendere atto delle legittime conclusioni a cui perverrà la vertenza sindacale.

E’ ovvio che tali conclusioni non avranno alcun effetto sul rapporto contrattuale in essere tra Comune e Maris per la gestione dei cimiteri, anche perché tale fattispecie non è contrattualmente prevista quale causa di risoluzione del contratto di appalto.

Il Comune di Lerici darà piena adesione alle valutazioni e alle decisioni assunte in tale sede, nel rispetto dell’attività sindacale e delle tutele prestate dall’Ordinamento a favore del dipendente soggetto del licenziamento.

 

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO SEGRETERIA
Dr. Alessandro Vespa 

IL SINDACO
Leonardo Paoletti

lettera-inviata-dal-comune-di-lerici-a-maris-in-data-21-novembre

Più informazioni su