laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Assessore Erba: “Ok dal Ministero per il Distretto Turistico”

Più informazioni su

Luca Erba Assessore al Turismo del Comune della Spezia.

LA SPEZIA – “Abbiamo lavorato duramente in questi mesi, oggi la soddisfazione è grande perché abbiamo ottenuto un risultato per tutto il territorio”. Inizia così l’intervento dell’Assessore al Turismo Luca Erba che continua: “Non è un risultato scontato, c’era anche il rischio che la deroga ci venisse negata. Adesso il primo passo da compiere sarà quello di riunione tutti i territori interessati per concertare insieme a loro priorità e organigramma del Distretto Turistico. Non intendiamo scavalcare le autonomie territoriali, il Distretto è uno strumento a disposizione delle realtà esistenti.

La vittoria non è la mia, la vittoria è di tutti quelli che hanno creduto nella proposta e hanno lavorato insieme a me per ottenere l’obiettivo. Associazioni di Categoria, Sindaci, il Senatore Massimo Caleo e tutti i relatori presenti al tavolo al primo convegno del 19 luglio, giornata nella quale si presentò il progetto alla Città, voglio ringraziare tutti.

Il 2017 non poteva partire in modo migliore. Dal mio insediamento in giunta, fine maggio scorso, è stato uno dei primi obiettivi che ci siamo dati. Oggi la soddisfazione è molto grande. Questo territorio se vuole fare un salto di qualità definitivo ha bisogno di un coordinamento e di una riforma di governance in grado di mettere insieme più territori. Grazie al lavoro portato avanti anche dal Senatore Massimo Caleo, che voglio ringraziare ancora, il nostro territorio, e non solo, avrà la possibilità di costituire il Distretto Turistico. Quando siamo partiti c’era scetticismo sulla realizzazione perché l’iter veniva definito come troppo complicato, oggi abbiamo risposto anche a quello scetticismo.

Rinnovo la disponibilità a vedere l’organigramma della composizione del Distretto Turistico con tutti i territori, intendiamo rispettare tutte le esigenze e le sensibilità territoriali. Mesi e mesi di duro lavoro hanno dato i frutti sperati, adesso mettiamoci ancora più impegno, la vera sfida inizia adesso. A tal proposito abbiamo anche proposto la creazione di un centro studi formato da giovani laureati spezzini in “lingue e culture moderne per imprese e turismo”.

Perché un centro studi? Perché lo strumento del Distretto Turistico sarà più efficace se arricchito di una ulteriore elaborazione che produca altri progetti e nuove idee. Tante volte ho pensato di essermi messo a fare una battaglia difficile e tante volte mi sono detto che me la sarei potuta anche evitare, ma tutte le volte trovavo lo stimolo e la voglia per non mollare perché ho avuto la fortuna di avere interlocutori preparati e disponibili ad andare avanti. Oggi sento di aver realizzato un piccolo passo verso il futuro, amministrare significa questo per me: immaginare il territorio nei prossimi anni, ebbene, il Distretto Turistico sposta le lancette della programmazione avanti di qualche anno.”

Più informazioni su