laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Smascherati dalla Squadra Mobile i rapinatori del colpo da 170mila euro a Ubi-San Giorgio del 21 gennaio scorso

Più informazioni su

LA SPEZIA – Quasi un’ora di terrore e un bottino ingente. Il 21 gennaio dello scorso anno due rapinatori avevano sequestrato dipendenti e clienti, mentre un terzo faceva da palo, all’interno dell’agenzia di Ubi-San Giorgio in via Pascoli. In queste ultime ore gli uomini della Squadra Mobile della Questura hanno individuato i responsabili del maxi colpo che aveva fruttato loro ben 170mila euro. Durante l’irruzione in banca, i rapinatori sequestrarono sette persone, tra dipendenti e clienti.

Il direttore fu costretto ad aprire la cassaforte a tempo sotto la minaccia di morte per lui e la sua famiglia. Il cerchio si è chiuso attorno ai tre uomini del commando ma solo nei confronti di due è stato firmato dal gip una ordinanza di custodia cautelare in carcere. Devono rispondere dei reati di rapina e sequestro di persona.

La Polizia di Stato, al termine di una lunga indagine, è riuscita a smascherare i banditi, di 21 e 23 anni, che si trovano già rinchiusi nel carcere di Venezia per reati analoghi. I poliziotti della Mobile sono risaliti ai malviventi grazie alle celle telefoniche. Il più giovane aveva intestati i cellulari. Una volta che i poliziotti hanno mostrato le foto dei rapinatori alle vittime che li hanno riconosciuti, sono scattate le ordinanze di custodia cautelare. E’ ancora uccel di bosco il terzo complice, quello che minacciò telefonicamente il direttore dell’agenzia.

Più informazioni su