laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Promettente ritorno in scena della Zephyr Trading

Più informazioni su

ZEPHYR TRADING – PALLAVOLO NOVI L. 3 – 1

Set: 26-24 / 25-20 / 23-25 / 28-26.

Durata: 26 minuti / 25 / 28 / 30.

ZEPHYR TRADING VALDIMAGRA: Grassi 5, Nitti 20, De Rosa 10, Diouf 16, Perissinotto 17, Giannarelli 8, Iacopini 0, Oddo libero; n.e. Podestà, Boggio, Scatizzi. All. Marselli; vice Caselli.

PALLAVOLO NOVI LIGURE AL: Corrozzatto 2, Moro 30, Semino 8, Capettini 3, Guglielmi 3, Guido 11, Volpara 2, Mangini 10, Prato 0, Quaglieri libero; n.e.Uberti, Romagnano, Ghiotto. All Repetto; vice Quagliozzi.

ARBITRI: Fiori e Nannini.

Anno nuovo Zephyr nuova ? Può darsi, dato che a quanto pare i rossoblu hanno lavorato duro durante le feste, anche se magari quello visto al Palaconti non era il miglior Novi Ligure e sempre che non si tratti della “solita” Trading che (secondo coach Marselli stesso) si sente particolarmente stimolata dagli avversari di un certo calibro. Ad ogni modo i valligiani aprono il 2017 in modo promettente e incamerano 3 punti che danno ossigeno a una classifica che, in Serie B/Girone A maschile, rischiava di farsi critica. La cronaca…

La Zephyr Trading, senza l’influenzato Benevelli in panchina, schiera Grassi al palleggio con Nitti in diagonale; i centrali sono De Rosa e Diouf, le bande Perissinotto e Giannarelli, da libero giostra Oddo. Altresì farà capolino più d’una volta Iacopini alla schiacciata.

La Pallavolo Novi Ligure, che arriva a Santo Stefano da terza in classifica, risponde con Corrozzatto ad alzare e il temuto Moro opposto; in mezzo operano Semino e Capettini, all’ala giocano Guido e Volpara. Inoltre si vedrà più volte al centro pure Guglielmi, un paio di volte mister Repetto sfodererà Prato in battuta seppur senza frutti, nel finale di quasi tutti i set e una volta all’inizio di quello successivo entrerà da “martello” l’efficace Mangini.

Primo set molto equilibrato in avvio, i locali tentano l’allungo a metà circa e per un po’ conducono di 3 punti, ma vengono riagguantati sul 21-21. Tuttavia sul filo di lana i padroni di casa la spuntano allorché una palla fuori decreta il 26-24.

La seconda frazione sembra annunciare riscossa degli ospiti che vanno al primo time-out tecnico sul 4-8 a favore, ma ecco entrare in partita Perissinotto e al secondo “tecnico” capitan De Rosa e compagni sono avanti per 16-14, da lì al 25-20 sancito da errore avversario il passo non è lungo.

Lieve rallentamento “zephyriano” nella terza parte del match. Però la progressione di un Nitti che sarà il miglior realizzatore dei vincitori consente di arrivare al 22-24, quindi fa 23-24 Diouf con un gran “muro”, “numero” quest’ultimo in cui forse la Trading non è mai stata così produttiva. Peccato che subito dopo capitan Moro, “top scorer” della serata, firma il 23-25.

Trading Zephyr a spron battuto in apertura di quarto set, non a caso in vantaggio anche di 4 punti, oltretutto proprio Moro si becca un cartellino rosso che regala agli anfitrioni un punto aggiuntivo. Eppure i piemontesi sono duri a morire e alla lunga ci si ritrova sul 21-21. Lo scorcio finale è al cardiopalma, finche un “muro” di De Rosa e una battuta probabilmente fuori di Grassi, ma vista dentro fanno 28-26 e dunque 3-1.

Nella foto la grinta di mister Marselli durante il match

Più informazioni su