laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

NAPOLI – SPEZIA 3 – 1 | Di Carlo: «Lo Spezia esce a testa alta dal San Paolo»

Più informazioni su

NAPOLI – Uno Spezia voglioso che esce a testa alta dal San Paolo, giocando un bel primo tempo rischiando anche di andare in vantaggio. Nella ripresa l’aggressività del Napoli ha definitivamente tagliato le gambe agli undici di Di Carlo che si sono dovuti arrendere al risultato finale di 3-1. Non si può dire certamente, però, che lo Spezia sia giunto in Campania per una passeggiata o allenamento infrasettimanale. Domenico Di Carlo è venuto al San Paolo a giocarsela con il suo Spezia. Lo ha fatto con un atteggiamento spregiudicato, con un 3-4-3 andando ad attaccare alto il Napoli.

L’allenatore dei liguri era certo di uscire dalla competizione questa sera e con animo accesso lo ha ribadito anche in conferenza stampa nel dopogara: “Una cosa è giocarla dopo dieci giorni di allenamento, un’altra dopo tre giorni. Come noi. Nel secondo tempo il Napoli ha chiuso la partita, ma lo Spezia non ha mollato. Abbiamo provato a fare il 3-2, ed è un segnale importante per noi”.

Rispetto allo scorso anno quando i liguri eliminarono la Roma e arrivarono in Coppa Italia fino ai quarti venendo poi eliminati dall’Alessandria, quest’anno contro un Napoli, in ottimo stato di grazia che viaggia con la media di 2/3 gol a partita, c’era la consapevolezza di non durare molto consegnandosi all’avversario, ma senza sprofondare nella goleada. Un’altro tema ben marcato da Di Carlo. “Siamo durati 45 minuti, ma lo sapevamo di non poter durare tanto. Siamo stati bravi a contrastare il Napoli e la loro qualità in mezzo al campo, qualche volta non sono riusciti a giocare come volevano perché li abbiamo fermati. Abbiamo commesso qualche errore di troppo forse, ma avevamo preparato diverse cose”.

La partita di Coppa Italia è stata anche l’occasione per Di Carlo per lanciare qualche giovane come Maggiore. A soli 17 anni la promessa verde dello Spezia non ha giocato malissimo e sull’errore nel gol di Giaccherini l’allenatore dei liguri ha commentato in questo modo: “Maggiore ha giocato bene. Di fronte aveva ragazzi da Champions. Se si vogliono far giocare i giovani, li si fa anche sbagliare. Quelli del Napoli hanno fatto due gol bellissimi, punto. Non do la colpa a nessun giovane”.

Alla fine della conferenza post partita scappa anche la domanda sul portiere Chichizola. Di Carlo chiude con le testuali parole: Chichizola a Napoli? E’ in scadenza, chi lo prende fa un affare”.

Più informazioni su