laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

L’Atlante Multimediale della Memoria

Il Progetto del Liceo Cardarelli, di Archivi della Resistenza e dell’Associazione Culturale Mediterraneo.

LA SPEZIA – Giorgio Pagano ha presentato, al Liceo Cardarelli, il suo libro “Eppur bisogna ardir. La Spezia partigiana 1943-1945”. L’incontro si è tenuto nell’ambito del progetto “Per la costruzione di un Atlante Multimediale della Memoria”, promosso dal Liceo, da Archivi della Resistenza – Museo Audiovisivo della Resistenza di Fosdinovo e dall’Associazione Culturale Mediterraneo. Il progetto ha l’obbiettivo di promuovere conoscenza e consapevolezza critica, attraverso una serie di cartelloni collocati nei luoghi teatro degli episodi storici più importanti della Resistenza nel quartiere di Migliarina, collegati a contenuti multimediali presenti su internet.

Pagano, introdotto dalla professoressa Giovanna Amodio, ha letto pagine del suo libro e proiettato fotografie, ripercorrendo la storia della Resistenza spezzina, con particolare riferimento al migliarinese, dall’eccidio della Flage al grande rastrellamento del 20 novembre 1944 e alla deportazione di centinaia di persone a Mauthausen. Poi tante domande degli studenti. Pagano ha così concluso: “La lezione perenne della Resistenza è soprattutto morale: la vita concepita come un cammino non solo individuale ma collettivo, l’immedesimarsi nell’altro per cercare tutti insieme di liberare, di autogovernare, di rendere degne le nostre vite. Il riconoscersi nell’altro è una scelta rivoluzionaria, l’unica capace di cambiare il mondo. L’apertura incondizionata verso l’altro è la cultura di cui abbiamo bisogno. Se l’altro è come te stesso, come puoi non amarlo, come puoi non batterti per una società fondata sulla giustizia?”.