laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Borsa di studio “Francesco Menchi”, ecco le classi premiate

SARZANA – Si è svolta stamani la riunione per l’assegnazione dei premi agli elaborati prodotti dalle classi nell’anno scolastico 2015 – 2016 sul tema dell’art. 37 della Costituzione (tutela della donna lavoratrice); la Commissione – nella quale sono rappresentati il Consiglio comunale, le scuole statali della città e l’ANPI – ha riscontrato l’elevato interesse suscitato dal tema proposto e l’alto livello qualitativo dei testi, notando l’evidente coinvolgimento, anche emotivo, degli alunni che hanno partecipato.

Per la scuola primaria il primo premio è andato alla classe 1a della scuola Capoluogo – tempo pieno per l’elaborato grafico “Conosco una persona…”, mentre una menzione speciale è andata alle altre classi partecipanti (la sezione ‘modulo’ del Capoluogo, la classe 5a di Marinella e le classi 2a A e 2a B di Nave). Per la scuola secondaria di primo grado la classe 2a E della “Poggi – Carducci” si è aggiudicata il primo premio grazie al video “La donna lavoratrice”, nel quale gli alunni hanno saputo affrontare il tema con notevole autonomia ed impegno nella ricerca, raccogliendo attraverso le interviste le testimonianze di diverse donne impegnate in varie attività lavorative. Il secondo ed il terzo premio sono stati assegnati rispettivamente alla Classe 1a C ed alla classe 2a G.

Il premio ‘Francesco Menchi’, istituito oltre quaranta anni fa (il primo anno scolastico fu il 1974 – 1975) per promuovere la riflessione degli alunni sui valori fondamentali della democrazia e della Carta Costituzionale, nel corso degli anni ha visto gli alunni confrontarsi – ovviamente con gradi di approfondimento corrispondenti al livello scolastico, e con tecniche espressive di ogni genere, dall’elaborato scritto al fumetto, dal video alla scultura… – con svariati temi, scelti dalla commissione anche in base al momento storico.

 

Quale argomento sul quale far riflettere gli alunni per il 2017 si è scelto in particolare l’art. 54 sulla fedeltà dei cittadini alla Repubblica e sull’adempimento delle funzioni pubbliche da parte dei cittadini.