laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Impresa 4.0. Il Roadshow di Confindustria fa tappa alla Spezia

Più informazioni su

Con la partecipazione del Ministro Carlo Calenda, mercoledì 1° febbraio 2017 ore 14.00 Villa Marigola, Lerici. 

Un incontro per capire come trasformare l’azienda in un’Impresa 4.0 attraverso le   tecnologie digitali innovative che cambieranno il modo di fare business. 

LA SPEZIA – Con la prestigiosa partecipazione del Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, si svolgerà sul nostro territorio, mercoledì 1° febbraio a Villa Marigola a Lerici, la quinta tappa del roadshow nazionale che sta percorrendo la penisola per aiutare le Pmi italiane ad avviarsi sul percorso della trasformazione digitale.

Il roadshow, promosso da Confindustria in collaborazione con Confindustria Digitale, Federmeccanica e Anie, è realizzato sul nostro territorio da Confindustria La Spezia in sinergia con Confindustria Liguria e con il sostegno di Crédit Agricole Carispezia e Fondazione Carispezia.

Unitamente al Ministro Calenda, che illustrerà il piano degli incentivi che il Governo ha destinato a sostegno delle imprese che investiranno per trasformare la propria azienda in un’impresa digitale, altri importanti nomi del mondo delle Istituzioni, dell’economia e dell’impresa, svilupperanno il tema con un approccio strettamente concreto ed operativo.

«Non si può parlare di impresa senza parlare di competitività. E non c’è competitività senza innovazione. Impresa 4.0 è la sfida imprenditoriale più innovativa – dichiara Francesca Cozzani, Presidente di Confindustria La Spezia- La digitalizzazione dei processi produttivi trasformerà il nostro modo di lavorare creando nuove opportunità e nuove competenze professionali. Sono consapevole che non è un percorso semplice, ma politiche governative mirate possono rappresentare il giusto incentivo per iniziare. Per questo sono particolarmente grata al Ministro Calenda di aver voluto essere presente a questo appuntamento».

«In questo contesto – aggiunge Giuseppe Zampini, Presidente di Confindustria Liguria e di Confindustria Genova – il dialogo tra grandi imprese e PMI dovrà farsi ancora più stretto, affinché queste ultime riescano a inserirsi più agevolmente nel processo di innovazione che le realtà produttive più strutturate stanno già mettendo in atto per competere sui mercati. A tutti è richiesto un cambio di passo, non solo tecnologico ma anche culturale, superando schemi organizzativi non più adeguati alla velocità di reazione imposta da Impresa 4.0».

Apriranno i lavori, Francesca Cozzani, Presidente Confindustria La Spezia, Giovanni Toti, Presidente Regione Liguria, Massimo Federici, Presidente Provincia e Sindaco della Spezia Carlo Piana, Direttore Generale Crédit Agricole Carispezia.

A seguire, l’intervento del Ministro Carlo Calenda.

Alle problematiche introdotte sul tema, se ne parlerà all’interno della tavola rotonda “Evoluzione digitale – perché e come cavalcare l’onda della nuova rivoluzione industriale”, con Giulio Pedrollo, Vice Presidente Confindustria con delega alle Politiche Industriali; Elio Catania, Presidente Confindustria Digitale; Giuliano Busetto, Presidente ANIE Federazione; Ugo Salerno, Presidente e Amministratore Delegato RINA, Roberto Zuffada, Siemens – Membro della task force di Federmeccanica. Modererà Matteo Giudici, Presidente Comitato regionale ligure Giovani Imprenditori.

L’evento proseguirà con le testimonianze imprenditoriali di chi ha già trasformato la propria azienda tradizionale in un’impresa competitiva digitale: Umberto Costamagna, Presidente CALL & CALL; Luca Manuelli, Chief Digital Officer ANSALDO ENERGIA; Mattia Noberasco, Amministratore Delegato NOBERASCO.

Parlerà del supporto della Regione Liguria all’innovazione, Edoardo Rixi, Assessore allo Sviluppo Economico Regione Liguria

Le conclusioni dell’evento saranno affidate a Giuseppe Zampini, Presidente di Confindustria Liguria e Confindustria Genova.

La partecipazione è gratuita, previa registrazione su www.confindustrialaspezia.progettidirete.net

Più informazioni su