laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Skate Park, la rinascita di un progetto mai nato

Più informazioni su

SARZANA – Nacque tanti anni fa con la pretesa di essere un’area dedicata a ragazzi e famiglie e finì per essere un’area di degrado. Off limits tutto l’anno, e benché si facesse la manutenzione periodica e in ultimo facesse parte di un ottimo progetto di volontariato da parte dei migranti, sempre  in preda a bande di balordi che non fecero altro che distruggere i giochi per i bambini, panchine e fontane e costrinsero gli insegnati dell’asilo Lalli a barricare i bambini proteggendoli con tendoni e ombreggianti.

Un’area nascosta, inadatta ad accogliere, non controllata da nessuno, un errore di valutazione a cui oggi si pone finalmente rimedio.

Sulla scia dell’ottima gestione dell’area verde del quartiere di Crociata, l’Amministrazione Comunale attraverso un bando attribuisce la gestione, controllo e manutenzione dall’area ad un privato che si impegna a predisporre una serie di interventi, riproponendo quindi un format che già funziona. Oltre la manutenzione del verde e dei giochi che già ci sono l’aggiudicatario del bando installerà un gazebo di quasi 300 mq, chiuso e riscaldato in inverno, che permetterà la fruizione di un luogo coperto tutto l’anno a chi vorrà utilizzarlo. Se è vero che ci saranno gonfiabili il cui utilizzo sarà a pagamento comunque vi sarà disponibilità di spazi da utilizzare liberamente. La vera novità per il nostro quartiere è proprio questa, finalmente le famiglie avranno una spazio chiuso e riscaldato da utilizzare anche in inverno completamente gratuito. Diventa realtà anchel’area destinata a sgambatoio per i cani. Cento metri quadrati recintati dove i cani potranno muoversi in sicurezza. Io che per professione sono Veterinario in uno studio in centro città, afferma Iacobelli, da sempre registro la richiesta di uno sgambatoio che finalmente ora diventerà realtà. Gli animali come gli umani del resto hanno la necessità di socializzare e quell’area migliorerà anche la loro vita, senza contare che in un centro urbano l’area per cani è praticamente l’unica occasione per il cane di stare libero dal guizaglio. Non mancheranno neppure i servizi igienici, ben due. Proprio a proposito dei bagni, che saranno pubblici, la Consulta si farà carico di proporre all’Amministrazione Comunale l’installazione di una cartellonistica che permetta a turisti di conoscere la presenza dei due servizi igienici. La Consulta del Centro Storico auspica che a breve il gestore inizi i lavori in quell’area per fare in modo che finalmente le famiglie, i bambini e chi da sempre chiede un’area per i loro cani ne possano godere. Dopo l’area verde dei ricercatori inaugurata poco più di un anno fa, afferma Giampedroni un altro spazio pubblico viene sottratto al degrado e restituito alla città.

Il Presidente della Consulta del Centro Storico
Massimiliano Giampedroni

Il Vice Presidente
Michela Iacobelli

Più informazioni su