laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Sulla Pania Forata

Più informazioni su

Riflettendo e pensando alle Alpi Apuane intanto che l’inverno tarda ad arrivare. 

LA SPEZIA – Una giornata di alpinismo lento caratteristica, tra suggestivi panorami naturali ed un clima che a tratti appare appena autunnale. Dove la riflessione è d’obbligo. Si tratta di un’attività in montagna di alcuni membri dell’associazione Mangia Trekking, che nei giorni scorsi sono saliti sul Monte Forato (o Pania Forata), considerato uno dei luoghi di maggior richiamo dell’intera catena montuosa delle Alpi Apuane. Il motivo della forte attrattiva è l’enorme arco naturale che caratterizza questa montagna. La natura nel corso dei millenni, ha provveduto a realizzarlo, attraverso una particolare e mirata azione erosiva dell’acqua e del vento, sulla roccia calcarea della montagna. Un vero e proprio foro, che per le sue dimensioni viene classificato tra i più grandi archi naturali italiani, e che per la sua immagine e posizione, nel tempo ha saputo ispirare anche importanti opere d’arte.

Foto-A---Gruppo---Verso-la-Pania-Forata

Oggi il monte Forato, con le sue due vette ed un arco naturale nel mezzo, per l’associazione dell’alpinismo lento rappresenta un simbolo, qualcosa di spirituale. Una continua emozione, come in quelle giornate dell’anno, quando al sorgere del sole o al tramonto, dalla Versilia o dalla Garfagnana, è possibile osservare il sole allinearsi con “il foro” dell’arco. Infatti l’associazione Mangia Trekking attribuisce al raggiungimento della croce collocata sulla vetta principale del monte Forato, un significato importante, il completamento di un percorso di riflessione, dove l’opera d’arte completa, prodotta sul territorio dalla natura, conduce istintivamente a pensare al continuo consumo di territorio operato dall’uomo sulle stesse Alpi Apuane. Dove ogni anno viene “erosa” una quantità di marmo equivalente all’isola Palmaria, e ciò che resta, purtroppo non sono certamente opere d’arte. Dove ancora una volta la natura si dimostra più nobile e generosa dell’uomo.

Più informazioni su