laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Carispezia Sarzana, conquista un pari che vale oro nella bolgia di Turquel

Più informazioni su

Hockey Coppa Cers: Due Volte in svantaggio, i rossoneri segnano con De Rinaldis e Festa. Simone Corona salva il possibile 3 a 1 per padroni di casa neutralizzando il tiro diretto del decimo fallo. Carispezia Sarzana conquista così un pareggio prezioso nell’andata dei quarti di finale di Coppa Cers in Portogallo. Palazzetto molto “caldo”, con 1200 spettatori presenti e una ventina di tifosi sarzanesi. La torcida bianconera, con tanto di tamburi, fa un baccano d’inferno per spingere la propria squadra alla vittoria ma alla fine regala un lungo applauso alla formazione di Francesco Dolce. (nella foto la formazione del Carispezia scesa in pista a Turquel)

HOQUEI CLUBE TURQUELCARISPEZIA HOCKEY SARZANA 2 2 (1 -0)

HOQUEI CLUBE TURQUEL: M. Barros (S.Santos), D.Matias, V. Luis, L. Silva, A. Pimenta, P. Vaz, J. Silva, T.Mateus, A. Marques.

Allenatore: Joao Simoes.

CARISPEZIA SARZANA: S.Corona (A.Perroni) F. De Rinaldis, F. Dolce, E. Di Donato, D. Borsi, L. Sterpini, M. Pistelli, F. Rossi, S. Festa.

Allenatore: Francesco Dolce.

Arbitri: Francisco Garcia (ESP), Inigo Lopez Leiton (ESP)

Il Pavilhao “Gimnodesportivo“ si è colorato di rossonero. Il Carispezia Sarzana conquista un pari che vale oro nella bolgia di Turquel sfiorando addirittura il colpaccio della vittoria con Rossi a pochi secondi dalla conclusione della sfida. Non succede ma se succede – commenta il presidente Maurizio Corona a fine partita visibilmente emozionato – non voglio neppure pensarci al traguardo che ci si sta prospettando davanti, è già di per se emozionante arrivare alla sfida dell’ 11 Marzo sapendo che un eventuale successo, ci porterebbe alla final four della competizione europea, perciò questa sera regalo più bello non potevamo farcelo. La partita dell’ 11 Marzo al Centro Polivalente, quando incontreremo l’ Hoquei Clube Turquel per la gara di ritorno sarà il risultato più eclatante mai conquistato da una squadra e da una società che porta il nome di Sarzana a livello internazionale, è certamente un regalo che facciamo a tutta la Città, siamo stati orgogliosi dei tantissimi messaggi ricevuti al termine della gara e dei complimenti ricevuti a fine partita sui social, questa vicinanza ci riempie d’orgoglio e ci dà carica per il prosieguo della stagione che avrà comunque come obiettivo primario l’ottava salvezza da conquistare in serie A1 oltre quello di onorare al meglio la final eight di Coppa Italia e a continuare a sognare nella competizione europea. Poi, guardando invece la partita di Turquel, abbiamo conquistato il pareggio contro una buona squadra, in un palazzetto pieno di gente, in una bolgia infernale, con una coreografia iniziale molto bella. Non era per niente facile – continua Corona – il quintetto allenato da Joao Simoes può avvalersi di buoni giocatori come il capitano Vasco Luis, autore della prima rete certamente l’uomo più pericoloso dei bianconeri. Ma comunque mi hanno fatto un’ottima impressione anche il numero 53 Pedro Vaz e il numero 24 André Pimenta oltre ad Alexandre Marques l’ autore della seconda rete. Comunque penso – conclude il Presidente – che il Carispezia di sabato sera abbia gettato il cuore oltre l’ostacolo giocando una partita stoica, combattuta, con i portoghesi che fin dall’inizio hanno provato a mettere un ipoteca sulla qualificazione fin dalla gara d’andata, ma che nulla hanno potuto contro i miei ragazzi che non volevano perdere l’occasione di provare a coronare un sogno. Francesco Dolce a fine gara ha dichiarato: “Volevamo provare a fare risultato in Portogallo per poi giocarci la qualificazione al Vecchio Mercato e ci siamo riusciti. La mia squadra ora deve prendere consapevolezza dei propri mezzi – continua Dolce – deve mettere da parte le paure e le ansie ed esprimere tutte le proprie potenzialità, ora il primo obiettivo lo abbiamo conquistato, anche se come ho detto ai ragazzi a fine gara, non abbiamo ancora vinto nulla, questi sono Portoghesi e possono venire al Vecchio Mercato a vincere, dovremmo essere perfetti nella gara di ritorno, siamo a un passo da coronare il sogno di approdare alla final-four e non possiamo gettare al vento questa occasione. Ora rituffiamoci sul Campionato perché in una settimana affronteremo tre partite, partendo dalla sfida salvezza a Correggio per poi affrontare due gare sulla carta impossibili ovvero Forte dei Marmi e Bassano, personalmente mi aspetto da mie ragazzi la conquista di qualche punto che ci tolga al più presto dalla bagarre retrocessione. Godiamoci comunque questa traguardo – conclude il mister rossonero e da lunedì penseremo al Correggio”. Carispezia Sarzana conquista un pareggio prezioso nell’andata dei quarti di finale di Coppa Cers in Portogallo. Palazzetto molto “caldo”, con 1200 spettatori presenti e una ventina di tifosi sarzanesi. La torcida bianconera, con tanto di tamburi, fa un baccano d’inferno per spingere la propria squadra alla vittoria. Il Turquel nella serie A portoghese lotta per non retrocedere, ma in coppa è un’altra cosa. Ma veniamo alla gara: Joao Simoes si presenta alla gara con la squadra al gran completo, schiera il suo starting-five titolare, capitanato da Vasco Luis assieme a Pedro Vaz, Luis Silva e Daniel Matias con l’esperto Marco Barros a difesa della porta con a disposizione, Andre Pimenta, Alexandre Marques, João Silva, Tiago Mateus e il secondo portiere Samuel Santos. Dolce risponde con Corona tra i pali, De Rinaldis, Borsi, Rossi e Festa. Per la cronaca la formazione di casa scende in pista decisa a provare a mettere una seria ipoteca sulla qualificazione, ma sono i rossoneri ad inizio gara ad avere tre clamorose occasioni, due con Rossi e una con Festa. Partita bella con i portieri protagonisti al 9’,30” l’estremo portiere lusitano salva ancora su Festa, poi all’ 11’,35” i padroni di casa trovano la rete del vantaggio con Luis Vasco al termine di un’azione molto confusa in area. Partita vibrante sino al termine del primo tempo quando al 24’,21” Carispezia ha la ghiotta occasione per pareggiare, Matias aggancia Borsi lanciato tutto solo in area, senza esitazione gli arbitri spagnoli fischiano, il tiro di prima di prima ed espellono il lusitano autore del fallo. Si incarica della battuta del penalty Borsi ma la sua conclusione si infrange sulla traversa e sul ribaltamento di fronte Corona è miracoloso sul testa a testa con il capitano portoghese che si presenta tutto solo davanti a lui. E sul punteggio di 1 a 0 a favore del Turquel le due squadre vanno negli spogliatoi. Nel secondo tempo Sarzana spinge sull’acceleratore e al 30’,25” trova il pari con Francesco De Rinaldis. Il Turquel si riporta in vantaggio al 34’,17” con Marques con una conclusione da fuori area. Sul 2 a 1 a favore dei padroni casa con tutte e due le squadre a nove falli, la partita segna la svolta decisiva. I primi a usufruire del tiro libero sono i padroni di casa al 40’ ma Corona para la punizione di prima a Luis Vasco e poi è miracoloso sulla ribattuta. Mentre 30” secondi dopo Festa non sbaglia il tiro libero e riporta il risultato in parità. I padroni di casa dopo il pareggio spingono per ritrovare il vantaggio, ma i rossoneri sono stoici e con Rossi hanno anche la ghiotta occasione per vincere nel finale. Finisce 2 a 2, con la squadra rossonera che esce tra gli applausi dei sostenitori di casa, comunque è solo la prima tappa che porta al passaggio alla semifinale di Coppa Cers. “Ora dobbiamo tornare a pensare al campionato. Abbiamo una salvezza da conquistare” sono le parole di Maurizio Corona finita l’euforia dell’impresa. E infatti il prossimo appuntamento è con il campionato che per i rossoneri riprende questo martedì (7 febbraio) nella difficile trasferta di Correggio.

Più informazioni su