laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Programmazione al Cinema “Il Nuovo” e “Astoria” Lerici

Più informazioni su

CINEMA IL NUOVO LA SPEZIA VIA COLOMBO 99

Mercoledì 8 Febbraio

Ore 17.00   FAI BEI SOGNI  (Cinema 2day –ingresso 2 euro)

Ore 20.15  WOOF WORKS ( Balletto in diretta dal Royal Opera House)

Giovedì 9 Febbraio

Ore  17.00-21.00   150MILLIGRAMMI

Venerdì 10 Febbraio

Ore  17.00-21.00 150MILLIGRAMMI

Sabato 11  Febbraio

Ore  16.00-18.15-21.15  150MILLIGRAMMI

Domenica  12 Febbraio

Ore 15.15 -17.30- 20.30  150MILLIGRAMMI

Lunedì  13 Febbraio

Ore 17.00-21.00 SEI VIE PER SANTIAGO
Martedi 14 Febbraio

Ore 16.00- 17.30-19.15-21.00  IO CALUDE MONET (LA GRANDE ARTE AL CINEMA)

Mercoledì 15 Febbraio

Ore  16.00- 17.30-19.15-IO CALUDE MONET(LA GRANDE ARTE AL CINEMA)

Ore 21.00  150MILLIGRAMMI

CINEMA TEATRO ASTORIA LERICI VIA GERINI 18

Mercoledì 8 Febbraio

Ore 17.00-20.30 SILENCE ( Cinema 2day entrata due euro)

Giovedì 9  Febbraio

Ore 17.00-21.00 LA BATTAGLIA DI HACKSAW RIDGE

Venerdi 10 Febbraio

Ore 21.00 LA BATTAGLIA DI HACKSAW RIDGE

Sabato 11 Febbraio

Ore 16.00-18.15-21.00 LA BATTAGLIA DI HACKSAW RIDGE

Domenica 12 Febbraio

15.30-17.45-21.00 LA BATTAGLIA DI HACKSAW RIDGE

Lunedi  13 Febbraio

Ore 21.00 LA BATTAGLIA DI HACKSAW RIDGE

Martedì 14  Febbraio

Ore 17.00-21.00 IO CALUDE MONET(LA GRANDE ARTE AL CINEMA)

Mercoledì 15 Febbraio

Ore 17.00-21.00 IO CALUDE MONET(LA GRANDE ARTE AL CINEMA)

SINOSSI:

FAI BEI SOGNI  Regia Marco Belloccio con Valerio Mastandrea, Berènice Bejo, Emmanuelle Devos, Fabrzio Gifuni Italia durata 130’. Marco Bellocchio torna con un film chiaro, lineare, poetico, in cui affronta senza fronzoli, arrivando diritto al – liberamente ispirato al romanzo omonimo di Massimo Gramellini. L’eroica resistenza che il protagonista mette in atto, non concedendo alcunché alla distrazione, alla chiacchiera, all’equivoco, alla curiosità . difficile restare distaccati guardando una pellicola come quella di Marco Bellocchio, che con Fai bei sogni ha affrontato una sfida difficile, quella di dare una propria interpretazione ad uno dei best seller più amati degli ultimi anni, ma soprattutto quella di raccontare al cinema la storia, non di un personaggio di finzione, ma di un uomo che esiste davvero, Massimo Gramellini, appunto. Valeri Mastandrea nella partedi Gramellini è superlativo.

IN DIRETTA DAL ROYAL BALLET HOUSE WOOF WORKS Wolf Works’ è la prima del trittico di balletti di Wayne McGregor su musiche di Max Richter, ispirato alle opere di Virginia Woolf e interpretato dal Royal Ballet con la prima ballerina Alessandra Ferri. Koen Kessels dirige l’Orchestra della Royal Opera House.

SILENCE Un film di Marti Scorsese Con Liam Neeson  durata 159 min. – USA Martin Scorsese ha impiegato quasi trent’anni per portare sul grande schermo il romanzo “Silenzio” dello scrittore giapponese di religione cristiana Shusaku Endo, basato in parte sulla storia di personaggi realmente esistiti come Padre Christovao Ferreira e il gesuita italiano Giuseppe Chiara, su cui Endo ha modellato il personaggio di Padre Rodrigues

150 MILLIGRAMMI Un film di Emmanuelle Bercort   Con Sidse Babett Knaudsen durata 128 min. – Francia La storia vera della lotta della coraggiosa dottoressa Irene Frachon dell’ospedale di Brest, in Bretagna, contro il colosso farmaceutico francese Servier, produttore di una pillola dimagrante (Mediator) Animata da una tenace sete di giustizia e da una inflessibile responsabilità professionale nei confronti dei pazienti, si scontra contro il potere corruttivo della Servier, che coi suoi potenti mezzi riesce a tutelarsi dalle indagini delle agenzie governative La guerra contro la pillola diventa per la dottoressa una vera e propria ossessione che la assorbe a livello professionale e personale e per cui mette a rischio anche con i rapporti coi colleghi, preoccupati delle conseguenze sul loro futuro professionale dello scontro con una tale gigante del settore.

SEI  VIE  PER SANTIAGO Un film di Lydia B.Smith  durata 84 min. – Spagna Il cammino di Santiago di Compostela è lungo quasi 800 kilometri e attraversa il Nord della Spagna per terminare nell’Oceano a Finisterre. Non è un’impresa semplice, eppure sono secoli che le genti di ogni dove lo percorrono. Molti partono con una domanda nel cuore, perché in quello spazio e in quel tempo, immersi nella natura e segnati dalla fatica ma anche dall’emozione, il confronto con se stessi è inevitabile e spesso illuminante. La regista lo ha fatto nel 2008, dopodiché, al ritorno a casa, la stessa “chiamata” che l’aveva messa sulla strada spagnola la prima volta, l’ha indotta a tornare per documentare il pellegrinaggio di altre persone. Il suo approccio è profondamente umanistico

IO, CLAUDE MONET Una nuova visione dell’uomo che ha inventato l’impressionismo, tra capolavori, lettere e scritti privati. Proprio a partire dagli scritti di Monet (Parigi, 1840 – Giverny, 1926), accostati alle straordinarie opere conservate nei più importanti musei del mondo, il film rivela la tumultuosa vita interiore del pittore di Giverny, tra momenti di intensa depressione e giorni di assoluta euforia creativa, offrendone così un ritratto complesso e commuovente. Attraverso più di cento dipinti filmati in alta definizione lo spettatore potrà conoscere la vita emotiva e creativa del pittore che con il suo Impression. Soleil levant, esposto nell’aprile del 1874 nello studio del fotografo Nadar, fece parlare il critico Louis Leroy della prima “esposizione degli impressionisti”, dando involontariamente vita al termine che avrebbe segnato buona parte della storia dell’arte europea di fine Ottocento.

SILENCE  Un film di Martin Scorsese con Liam Neeson,  , durata 159 min. – USA Martin Scorsese ha impiegato quasi trent’anni per portare sul grande schermo il romanzo “Silenzio” dello scrittore giapponese di religione cristiana Shusaku Endo, basato in parte sulla storia di personaggi realmente esistiti come Padre Christovao Ferreira e il gesuita italiano Giuseppe Chiara, su cui Endo ha modellato il personaggio di Padre Rodrigues

LA BATTAGLIA DI HACKSAW RIDGE Regia di Mel Gibson con Vince Vaughn, Andrei Garfield, Sam Worthington durata 131’ Usa Mel Gibson torna in veste di regista a distanza di dieci anni da “Apocalypto”, sorprendendo tutta la critica presente in aula, che a fine proiezione ha applaudito senza alcuna esitazione. Presentato Fuori concorso alla 73. Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, il film rappresenta uno spaccato minuzioso della vita reale vissuta dai soldati in tempo di guerra. Si tratta di una storia che simboleggia la condizione universale di tutti coloro che negli anni (non solo nel corso delle due guerre più note) hanno lasciato le proprie famiglie per servire la patria, pur essendo consapevoli delle difficoltà che avrebbero potuto affrontare con il rischio di perdere la vita. Una condizioni che in molti hanno vissuto, ma che in pochi possono capire. Eppure Gibson è riuscito nell’intento di omaggiare quei guerrieri che ancora oggi vengono ricordati per aver compiuto il loro dovere ed essersi sacrificati per il proprio Paese, dando così prova delle sue indiscutibili doti registiche. La riuscita della pellicola, infatti, è dovuta non solo alla memorabile interpretazione degli attori, ma anche all’attenzione al dettaglio che il regista ha volutamente fatto emergere.

Più informazioni su