laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

L’importanza strategica della società satellite nella gestione calore

Più informazioni su

Uiltec La Spezia.

LA SPEZIA – Nell’ultimo incontro avuto fra Sindacati Confederali e Direzione Acam, l’amministratore unico ha presentato i dati economici e le linee guida prossime future del gruppo Acam.

Gli indici finanziari, in netto miglioramento rispetto agli anni passati, sono a nostro avviso, il risultato di un lavoro congiunto fra management aziendale e il personale delle singole società ma, non si può nascondere una situazione generale ancora critica.

Partendo dall’analisi comunicata alla stampa, dall’amministratore unico stesso, in data 12 gennaio ’17, dove nell’ipotesi “A” si prospetta per Centrogas una doppia funzione di gestione vendite e gestione calore mentre nell’ipotesi “B” si configura l’alienazione della stessa, soluzione questa, che ci piace pensare che sia solo un esercizio narrativo a consolidamento dell’ipotesi “A”, abbiamo preferito concentrare la nostra osservazione su come nel caso di realtà geograficamente contigue, similari a Centrogas, si parli addirittura di società satelliti, o rami d’azienda, fortemente strategiche sul piano industriale.

Lo stesso Garavini sottolinea, in caso di aggregazione, un possibile rilancio della gestione calore. Prospettiva questa che ci fa ripercorrere l’importante funzione che sia in passato sia nel presente Centrogas a portato e sta portando avanti con impegno e professionalità, proprio nella gestione calore e nelle rinnovabili, dovendo altresì fare i conti con l’impossibilità di investimenti e conseguente sviluppo, nonché e soprattutto, con una proprietà, che ad esclusione della concreta collaborazione del Comune di La Spezia e di pochi altri, si mostra alquanto latitante e spesso smemorata sugli impegni assunti a suo tempo.

Proprio alla luce di quanto sopra rimarchiamo l’importanza di una valutazione industriale che tenga maggiormente in considerazione le prospettive a lungo termine per le società satelliti del gruppo.

Il riferimento alle realtà geograficamente contigue nasce proprio dall’analisi di come la lungimiranza di talune scelte industriali abbiano portato realtà affini, pensiamo alla gestione calore ma anche ad alcuni suoi aspetti più industriali come cogenerazione e teleriscaldamento, ad ottenere risultati degni di nota. In città come Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Asti, Genova si parla di grande sviluppo della gestione del calore in quanto tale e come conseguenza positiva dell’accrescimento delle reti esistenti e degli impianti di generazione, in realtà come Torino si sta concretizzando lo sviluppo a breve termine della rete di teleriscaldamento che coprirà il 60% del territorio cittadino, con forti ricadute ambientali e di risparmio energetico.

Uiltec Liguria, crede che sia necessaria una ulteriore analisi sulle prospettive industriali di Centrogas, cosi come delle altre società del gruppo, che tenga conto di un’improrogabile impegno da parte della proprietà, ovvero i Comuni, fino ad oggi molto timido o addirittura assente, che vada oltre le infinite scadenze elettorali e che abbia ben presente che i lavoratori sono prima di tutto famiglie, cittadini ed elettori; un ulteriore indebolimento della territorialità di quelli che erano, che sono, e che potranno essere i punti di forza del gruppo ACAM non può più essere accettato dal sindacato alla luce di logiche, che a lungo termine, non possono che avere ricadute negative sui lavoratori e sui cittadini tutti.

Più informazioni su