laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Programmazione al Cinema “Il Nuovo” e “Astoria” Lerici

Più informazioni su

CINEMA IL NUOVO LA SPEZIA VIA COLOMBO 99

Mercoledì 15 Febbraio

Ore  16.00- 17.30-19.15 IO CLAUDE MONET (LA GRANDE ARTE AL CINEMA)

Ore 21.00  150MILLIGRAMMI

Giovedì 16 Febbraio

Ore  17.00 MOONLIGHT

Ore 19.15  COSI’ FAN TUTTE  ( Opera in diretta dall’ Opera di Parigi)

Venerdi 17 Febbraio

Ore  16.00-18.00-21.15 MOONLIGHT

Sabato 18  Febbraio

Ore  15.30-17.30-19.30-21.30 MOONLIGHT

Domenica  19 Febbraio

Ore 15.15 –17.15-19.15-21.15 MOONLIGHT

Lunedi  20  Febbraio

Ore 16.00-21.00 IL DISPREZZO( I Capolavori Cineteca di Bologna)
Ore 18.00 MOONLIGHT
Martedi 21 Febbraio

Ore 17.00 IL DISPREZZO ( I Capolavori Cineteca di Bologna)
Ore 19.00 MOONLIGHT
Ore 21.15 GIMME DANGER

Mercoledì 22 Febbraio

Ore 17.00 IL DISPREZZO ( I Capolavori Cineteca di Bologna)
Ore 19.00 MOONLIGHT
Ore 21.15 GIMME DANGER
CINEMA TEATRO ASTORIA LERICI VIA GERINI 18

Mercoledì 15 Febbraio

Ore 17.00-21.00 IO CLAUDE  MONET(LA GRANDE ARTE AL CINEMA)

Giovedì 16  Febbraio

Ore 17.00-21.00 MAMMA O PAPA?

Venerdi 17 Febbraio

Ore 21.00  HUMAN ( TEATRO-PROSA)

Sabato 18 Febbraio

Ore 16.30-18.00-21.15 MAMMA O PAPA.?

Domenica 19 Febbraio

16.00-17.45-21.00 MAMMA O PAPA?

Lunedi  20 Febbraio

Ore 21.00 MAMMA O PAPA?

Martedì 21  Febbraio

RIPOSO

Mercoledì 22 Febbraio

RIPOSO
SINOSSI:

150 MILLIGRAMMI Un film di Emmanuelle Bercot, con Sidse Babett durata 128 min. –Francia La storia vera della lotta della coraggiosa dottoressa Irene Frachon dell’ospedale di Brest, in Bretagna, contro il colosso farmaceutico francese Servier, produttore di una pillola dimagrante (Mediator)Animata da una tenace sete di giustizia e da una inflessibile responsabilità professionale nei confronti dei pazienti, si scontra contro il potere corruttivo della Servier, che coi suoi potenti mezzi riesce a tutelarsi dalle indagini delle agenzie governative La guerra contro la pillola diventa per la dottoressa una vera e propria ossessione che la assorbe a livello professionale e personale e per cui mette a rischio anche con i rapporti coi colleghi, preoccupati delle conseguenze sul loro futuro professionale dello scontro con una tale gigante del settore.

IO, CLAUDE MONET Una nuova visione dell’uomo che ha inventato l’impressionismo, tra capolavori, lettere e scritti privati. Proprio a partire dagli scritti di Monet (Parigi, 1840 – Giverny, 1926), accostati alle straordinarie opere conservate nei più importanti musei del mondo, il film rivela la tumultuosa vita interiore del pittore di Giverny, tra momenti di intensa depressione e giorni di assoluta euforia creativa, offrendone così un ritratto complesso e commuovente. Attraverso più di cento dipinti filmati in alta definizione lo spettatore potrà conoscere la vita emotiva e creativa del pittore che con il suo Impression. Soleil levant, esposto nell’aprile del 1874 nello studio del fotografo Nadar, fece parlare il critico Louis Leroy della prima “esposizione degli impressionisti”, dando involontariamente vita al termine che avrebbe segnato buona parte della storia dell’arte europea di fine Ottocento.

IN DIRETTA DALL’OPERA DI PARIGI COSI FAN TUTTE Questo laboratorio di erotismo poteva non ispirare coreografa Anne Teresa De Keersmaeker, che eccelle nel rivelare la geometria interna di un lavoro sul palco. Con sei cantanti raddoppiato da sei ballerini, lei rappresenta il desiderio, che unisce e separa gli esseri umani, come le interazioni tra gli atomi che, una volta rotto, rendere possibili nuove obbligazioni.

MOONLIGHT : Regia di Barry Jankins conMahershala Ali, Naomie Harris, Trevante Rhodes, durata 111’ Usa   Otto Nomitanion all’Oscar, in esclusiva al Garibaldi di Carrara , Anteprima nazionale in lingua originale sottotitolata in italiano Non c’è da stupirsi se Moonlight sta conquistando un riconoscimento dopo l’altro, la pellicola di Barry Jenkins è di quelle che non possono lasciare indifferenti. Il merito va in parte alla storia, alla trama che lascia il segno, e in parte al ritratto convincente di Chiron. Come Jenkins sia riuscito a trovare tre attori (Alex Hibbert, Ashton Sanders, Trevante Rhodes) così diversi, ma così capaci di mantenere viva quella tensione identitaria, quel nodo di emozioni che sembra sempre sul punto di esplodere e che poi si ferma sul ciglio degli occhi è un vero mistero. Un mistero che però regala una magia incredibile al film, perché davvero vediamo sul grande schermo tre attori diversima allo stesso tempo assistiamo alla crescita e all’evoluzione di un solo uomo, che ha tre volti ma una sola anima.L’empatia che si crea con Chiron è immediata, malgrado le esperienze di vita del protagonista siano in molti casi lontanissime da quelle degli spettatori

IL DISPREZZO ( I Capolavori Cineteca di Bologna)Un film di Jean Luc Godard Con Brigitte Bardot, Michel Piccoli, Jack Palance  durata 103 min. – Francia Jean Luc Godard firma una magistrale regia nell’adattamento del romanzo di Moravia “Il disprezzo” Un capolavoro che parla di cinema, e dice cosa è e cosa dovrebbe essere il cinema mentre indaga sulla fragilità dei rapporto umani, raccontando tutto come una tragedia greca, dove ogni evento cambia tragicamente e per sempre i destini dei protagonisti

GIMME DANGER Nato nella città di Ann Arbor, in Michigan, proprio nel periodo in cui si affermava la controcultura giovanile, lo stile potente e aggressivo del rock ’n’ roll di ‘The Stooges’ capitanati da Iggy Pop -una delle figure tutt’ora più appassionanti e iconoclaste della storia del rock- rappresentò una novità esplosiva nel panorama musicale della fine degli anni Sessanta. Aggredendo il pubblico con una miscela di rock, blues, R & B e free jazz, la band pose infatti le basi per quello che sarebbe stato chiamato nei decenni successivi il “punk rock alternativo” e venne così inserita dalla rivista Rolling Stone nella lista degli artisti immortali.È proprio la storia straordinaria di questa band la protagonista assoluta di GIMME DANGER, il nuovo commovente docu-film di Jim Jarmusch.

Più informazioni su