laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Gioco d’azzardo tra politica e web

Più informazioni su

LA SPEZIA – Si gioca a La Spezia, si gioca tanto.

Una delle maggiori passioni, tra le tante proposte del gioco, è quella legata alle sale e alle slot machine.

Secondo alcuni dari si pensa ci siano circa 1500 persone in tutto lo spezzino afflitte da GAP, gioco d’azzardo patologico, ma ci possono essere circa altre settemila persone a rischio. Dati importanti.

Per tenere sotto controllo il problema sono operative anche nel nostro territorio diverse norme restrittive tese a regolare l’uso delle slot e le aperture delle sale.

Intanto nel territorio ci si organizza ed allora a Vezzano Ligure l’ordinanza comunale ha ottenuto ottimi successi. Gli esempi dei comuni possono essere parecchi.

In Liguria poi c’è da segnalare anche la nascita di un Osservatorio tematico teso a analizzare tutto ciò che comporta il rischio dell’azzardo.

Di contro il Governo con la Stabilità ha normato in merito ai giochi d’azzardo e alle slot machine ma la cosa pare non sia stata ben accetta da tutti. Da poco ad esempio il Movimento 5 Stelle ha chiesto al Governatore Toti di portare in conferenza Stato Regioni una netta opposizione alle gaming hall, perchè secondo quando è stato dichiarato più volte dal consigliere regionale Melis, la legge nazionale potrebbe da un lato far diminuire la presenza di slot machine sul territorio, dall’altro invece metterebbe in campo altri giochi ancora più pericolosi.

In tutto il territorio Ligure, secondo i dati illustrati in un articolo della SIR si il gioco d’azzardo regolare incassa circa  Liguria con 1 miliardo e 880 milioni di euro, una cifra importante, una parte di essa va ai fondi dello Stato attraverso i Monopoli. Ma questi introiti probabilmente aumenteranno a breve dato che cresce il numero dei giocatori.

Ovviamente c’è anche da ricordare che non tutti coloro che giocano possono diventare affetti dalla ormai nota patologia del gioco compulsivo indicata come GAP anche se il rischio diventa alto specie tra gli uomini over 40.

Ovviamente tutto poi è diverso per quanto riguarda il gioco online. Lì per ora non esistono ancora normative né locali né nazionali che ne restringano gli orari di apertura ma è anche vero che parrebbe non sia nel mondo digitale che si sviluppi la dipendenza. Almeno così asseriscono le società che gestiscono i siti sempre molto attente nella corretta informazione.

Tra tutte si può segnalare Unibet Promozioni e Condizioni casinò online in grado di regalare al giocatore esperienze interessanti, stretto controllo dei dati e delle transazioni e, cosa che non fanno tutti, il servizio offre persino una sorta di autovalutazione del giocatore tesa ad imporre limiti di permanenza sul sito e sopratutto orientata a non far spendere troppi euro in giocate. Una scelta importante che dimostra la consapevolezza e la serietà di uno dei colossi del settore.

Più informazioni su