laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

ACIT: seminario di lettura filmica a cura di Giordano Giannini

Più informazioni su

LA SPEZIA – Sabato 25 febbraio alle ore 17 presso la sede ACIT in via Manin 27 inizierà il seminario di lettura filmica a cura di Giordano Giannini, che reca quest’anno il titolo “Leni Riefenstahl. Qual è la mia colpa?”. Come dichiara il curatore della rassegna, la manifestazione si ripropone di “ripercorrere con sincera curiosità il cammino umano ed artistico di questa straordinaria dama berlinese, indicandone equamente luci ed ombre, sincerità e contraddizioni”, attraverso la visione di cinque pellicole: “Der heilige BergLa montagna dell’amore (1926); segna la prima collaborazione del regista Arnold Fanck con l’allora attrice Leni: è un melodramma di rilevanza visiva ancora notevole, costellato di imponenti cattedrali di ghiaccio, spirali di foschia e varchi di luce nel paesaggio alpino.

La bella maledetta (1932), che verrà proiettato sabato 4 marzo alle 17, rappresenta l’esordio alla regia di Leni Riefenstahl, supervisionato dal teorico del cinema Béla Balázs. In Olympia (1938), documentario commissionato dal Comitato Internazionale Olimpico per celebrare i Giochi di Berlino del 1936, la Riefenstahl “riesce a superare quelle strategie comunicative che ne avrebbero fatto un comune reportage sportivo o l’ennesimo pezzo di retorica patriottica: i rigorosi giudizi tecnici sulle prestazioni atletiche cedono presto il passo alla trasfigurazione del corpo umano in opera d’arte vivente, all’esaltazione del clima euforico che esala dal pubblico internazionale”. Olympia verrà presentato in due parti, l’11 marzo e il 18 marzo.

Sabato 25 marzo La forza delle immagini (1993), documentario-intervista di Ray Müller, illuminerà sulle creazioni fotografiche e audiovisive dell’autrice, sulla sua esistenza nonché le discusse scelte politiche ed estetiche che l’hanno fatalmente segnata.

Concluderà la rassegna il 1° aprile Impressioni dal profondo (2002), realizzato dalla regista a quasi cento anni d’età: è una breve fantasia senza parole, un compendio di venticinque anni di riprese subacquee effettuate dalla Riefenstahl insieme al partner e cameraman Horst Kettner.

Ingresso libero.

Il 22 marzo alle 17 presso il Cinema “Il Nuovo” con la proiezione in lingua originale de “Lui è tornato” (“Er ist wieder da”) inizierà la seconda rassegna a cura della Cineteca del Goethe Institut di Roma, dal titolo “Hollywood è lontana”.

cineforum2017loc

Più informazioni su