laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

E’ davvero ancora un Golfo per Poeti: il 25-26 febbraio alla Spezia la prima “Mitilanza”

Più informazioni su

Il centro Allende ospita due giorni di poesia con il gotha del panorama nazionale. La regia è del collettivo di poeti performativi spezzini dei Mitilanti.

LA SPEZIA – Per un weekend, La Spezia diventa la capitale nazionale della poesia: il 25 e 26 febbraio, il Centro Allende sarà invaso da un centinaio di poeti provenienti da tutta Italia per il primo appuntamento dedicato agli spazi mobili della poesia: “Mitilanza #1”, nome che riassume in sé militanza e i mitili: un atteggiamento, nella Repubblica delle Lettere, e uno degli elementi che determinano l’identità di questo territorio, golfo spezzino. Il sottotitolo è “gli spazi mobili della poesia”, a indicare che qualcosa, a queste latitudini, sta cambiando. È la poesia che si adatta al mondo, che guarda con rinnovato interesse ad altre forme espressive, che si mischia, si ibrida.

Saranno quindi due giorni di tavole rotonde e confronti dove addetti ai lavori e non discuteranno qual è il ruolo della Poesia nella nostra società, nel XXI secolo. Ma vi sarà anche una serata, quella di sabato, dove gli organizzatori – il collettivo dei Mitilanti, composto da Andrea Bonomi, Andrea Fabiani, Filippo Lubrano, Alfonso Pierro e Francesco Terzago – hanno predisposto un’invasione poetica di tutti gli spazi di condivisione e aggregazione della città, con oltre 30 letture simultanee, in tutto il territorio cittadino.

“L’idea alla base è quella di sfruttare quest’immenso spiegamento di forze poetiche, senza precedenti nel nostro Paese, per coinvolgere la cittadinanza“, spiegano dal quartier generale dei Mitilanti. L’obiettivo esplicito è quello di ribadire che e il nostro golfo è quello “dei Poeti”. Una serie di locali hanno aderito con entusiasmo all’iniziativa: i reading riguarderanno il Distrò, la Loggia de’ Banchi, l’Origami, la Dolce Vita, la Rosa Blu, i Trei Canti, Minestrone da Tiffany, Bacchus, Frame, persino il “kebabbaro” di corso Cavour, Koenig Istanbul.

“Sarà anche un momento di confronto generazionale, con personaggi come Nanni Balestrini che si confronteranno, con i rappresentanti delle nuove generazioni, su quali siano le forme della poesia dei nostri tempi, sui suoi strumenti, sulla capacità che questa ha, o meno, di raggiungere un pubblico vasto ed eterogeneo”, tiene a precisare l’assessore Luca Basile, che ha voluto fortemente quest’evento.

I lavori saranno trasmessi in streaming live su Facebook. Il collettivo di fotografi Agorà, inoltre, produrrà una serie di ritratti ai poeti partecipanti all’iniziativa.

Programma dettagliato dell’iniziativa:

Sabato 25 febbraio

14.00 – Benvenuto
15.00 – Saluto delle autorità, assessore alla Cultura Luca Basile e Lucilla Delsanto del Lerici Pea.
15.30 – Le direzioni della poesia, generazioni a confronto con Nanni Balestrini
Inneschi: Maria Borio, Nanni Balestrini, Davide Castiglione, Michele Ortore, Lello Voce, Marcello Frixione. Modera: Francesco Terzago
17.15 – Pillola 1: tre convocati leggono
17.45 – Poesia per la voce
Inneschi: Lello Voce, Gabriele Stera, Tommaso Ottonieri. Moderano: Andrea Bonomi, Alfonso Pierro
18.45 – Pillola 2: tre convocati leggono
19.45 – Cena sociale
21.30/22 – letture itineranti nei locali della città: 30 minuti.

Domenica 26 febbraio
10.30 – Poesia esposta Inneschi: Francesco Zorzi, Luca Borriello, Ivan Tresoldi
Moderano: Alfonso Pierro, Francesco Terzago

11.30 – Pillola 3: tre convocati leggono, 6 minuti ognuno
12.00 – Editoria, al di là dell’editoria

Inneschi: Davide Castiglione, Luca Rizzatello, Emilio Risso. Moderano: Andrea Fabiani, Filippo Lubrano
13.00 – Pillola 4: tre convocati leggono
13.30 – Chiusura e saluti autorità

Più informazioni su