laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

“Etichetta Internazionale e Comunicazione Interculturale”

Più informazioni su

LA SPEZIA – Sviluppare le modalità di comunicazione in ambito interculturale, approfondire le tematiche in materia di business internazionale, potenziare le competenze comunicative all’interno di contesti sociali differenti dal nostro. Sono questi gli importanti obiettivi posti dal corso di ETICHETTA INTERNAZIONALE E COMUNICAZIONE INTERCULTURALE, conclusosi con successo venerdì 24 febbraio.

L’evento di chiusura si è svolto nella sede in via del molo del CISITA, ente organizzatore, nel quale i partecipanti hanno avuto modo di presentare i loro lavori finali.

Quindici persone in cerca di occupazione erano state in precedenza selezionate per partecipare a questa prima edizione di “International Etiquette”, esperienza formativa nella quale hanno avuto la possibilità di intraprendere un percorso nel quale conoscere, comprendere e capire culture diverse dalla nostra, sviluppando anche competenze comunicative utili nei mercati internazionali.

Il corso si è sviluppato anche attraverso le 60 ore di lezione completamente in lingua inglese da Natasha Silvestri Jones, docente italiana che ha vissuto in 5 paesi, tra due continenti, in 16 anni.

”Sempre di più noi tutti parliamo di globalizzazione, di sushi e hamburgers e, addirittura, Sanremo ha scelto “Occidentali’s karma”, un brano ispirato alle culture diverse” dice proprio Natasha Silvestri, aggiungendo che: “È stato un progetto efficace, fortemente orientato all’inserimento di queste nostre risorse umane, in ambiti dove viene richiesto l’uso della lingua inglese e conoscenze specifiche legate a particolari aree di business, quali la Cina, il Giappone e alcuni paesi specifici del Medioriente.”

Sono apparsi molto soddisfatti i partecipanti, come Valentina Lorenzelli che afferma: “Il corso è stato estremamente utile non solo perché abbiamo semplicemente imparato che cosa fare o non fare, ma come farlo; capire i comportamenti delle culture diverse dalle nostre ci aiuta ad accettarle, senza giudicarle o addirittura riderne”

Martina Pastanella, ha voluto poi aggiungere: “Pensavo che tutta l’Asia condividesse le stesse modalità di business, ed invece ho scoperto enormi differenze tra Cina e Giappone, oppure Sud Corea….” sottolineando altri aspetti fondamentali forniti dall’esperienza.

Questo l’elenco completo dei partecipanti che hanno conseguito l’attestato di frequenza: Angelinelli Giulia, Biancardi Giulia, Boerio Dario, Castagna Maila, D’Emilia Carmen, De Lucchi Monia, Foce Cristina, Kutsenko Oleksandr, Lorenzelli Valentina, Maddau Alessandra, Pastanella Martina, Polloni Jessica, Simoncini Chiara.

L’attività è stata realizzata grazie al contributo della Regione Liguria nel Programma Operativo Fondo Sociale Europeo , a sostegno dell’istruzione e della formazione per l’occupazione

E proprio dalla Regione e dal suo governatore, Giovanni Toti, che provengono le parole – espresse proprio in un seminario di Confindustria – che possono essere considerate alla base di iniziative come queste: “Cristoforo Colombo, ligure eccellente, si è avventurato alla scoperta del nuovo mondo, ma è dovuto partire dalla Spagna, utilizzando capitali portoghesi. La Liguria attuale vuole evitare situazioni analoghe, vuole sostenere e investire nelle eccellenze dei propri giovani e garantire a ognuno di essi l’opportunità di essere adeguati al mondo che sta cambiando”.

Più informazioni su