laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Pagine e Pensieri sul tema della genitorialità

Più informazioni su

SESTA GODANO – Proseguono gli incontri organizzati dalla biblioteca Pagine e Pensieri sul tema della genitorialità con un nuovo appuntamento fissato per il giorno 16 marzo alle ore 21. La serata precedente ha offerto l’occasione per accostarsi ad una tematica interessante a partire dalle differenti prospettive del pubblico presente in buona parte femminile. Il tema della genitorialità pare suscitare interesse non solo da parte delle famiglie, ma anche dal mondo della scuola, che per necessità non può esimersi dal trovare punti di accordo e collaborazione con esse. Dalla voce “scuola”, rappresentata da diversi docenti presenti all’incontro, sono emersi numerosi interrogativi, occasione di confronto in un dibattito che ha toccato il tema dei fini e dei mezzi, nella necessità di un percorso educativo condiviso.

Dalla scuola si è giunti alla famiglia, per ritrovare la scollatura che vede i nuovi genitori in contrasto con le scelte dei nonni, in un contesto storico di passaggio fra l’esaltazione della spontaneità infantile, nel momento in cui pare importante una nuova valorizzazione della verticalità dei rapporti e dell’osservanza della regola. E nel frattempo cambia la società, cambia l’accesso alle informazioni, cambia la demografia dei territori e il bambino diventa sempre più al centro della comunità di riferimento. Dal conflitto intergenerazionale si passa al conflitto fra genitori, che spesso fanno riferimento a diverse concezioni educative, anche in base al proprio vissuto. In mezzo ai queste diverse prospettive ci sono loro: i figli, i nipoti, gli alunni. Al centro ci sono loro, che vedono negato l’accesso ad internet e ricevono in dono il telefonino di ultima generazione “senza scheda, che non si sa mai”. Ci sono sempre loro,  che sanno utilizzare un tablet, quasi fosse un’appendice delle proprie dita, e poi non riescono a reggere una penna o ad esprimersi articolando correttamente le parole. Ci sono loro, che sono alunni che balbettano e vanno in crisi alla prima difficoltà, ma dimostrano di saper scrivere lunghi messaggini – e la mamma se non richiama subito, e se non lo fa temporeggia:“Se sbagli ancora le H, non ti rispondo più!”… e poi risponde sempre. 

Nel prossimo incontro in Sala Consiliare, la biblioteca Pagine e Pensieri, ci propone una conversazione sul tema dei nuovi media, della tecnologia, dell’accesso all’informazione sempre in compagnia dello psicologo Pierpaolo Scarpuzzi. 

Più informazioni su