laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Sanità: si amplia l’offerta formativa della scuola di alta formazione per il management sanitario dell’Università di Genova

Più informazioni su

Vicepresidente Viale: “Modello sistema sanitario ligure passa attraverso formazione del personale che opera nelle strutture”. 

GENOVA – Si amplia l’offerta formativa della Scuola di alta Formazione del Management sanitario presso l’Università degli Studi di Genova: il corso rivolto a direttori generali, direttori sanitari e direttori amministrativi si amplia con la figura del direttore socio-sanitario e si apre ai dirigenti dei ruoli amministrativo, professionale, tecnico e ai dirigenti delle professioni tecniche sanitarie che ricoprono o aspirano a ricoprire l’incarico di responsabile di struttura complessa. È quanto prevede la delibera approvata oggi dalla Giunta regionale che, su proposta della vicepresidente e assessore alla Sanità Sonia Viale, approva le modifiche al Piano dell’offerta formativa, consentendo l’accesso al corso anche ai dirigenti dei ruoli amministrativo, professionale, tecnico e ai dirigenti delle professioni tecniche sanitarie.

Il corso, che non comporta oneri finanziari per la Regione, è rivolto ai direttori generali, ai direttori sanitari, ai direttori amministrativi e direttori socio-sanitari di Asl, aziende ospedaliere, Irccs e altri enti dei servizi socio sanitari regionali che devono assolvere l’obbligo formativo o che aspirino a ricoprire incarichi dirigenziali. Al termine del percorso, con un’attività di 120 ore con frequenza obbligatoria, ogni partecipante dovrà presentare un progetto di lavoro ad una commissione formata da componenti del comitato scientifico, docenti del corso e da rappresentanti di Regione Liguria e di Alisa. L’Università rilascia poi l’attestazione di frequenza mentre la regione rilascia l’attestato di formazione manageriale.

“Con questa delibera – spiega la vicepresidente Viale – il piano viene esteso anche ad altre figure quali i dirigenti dei ruoli amministrativo, professionale, tecnico e ai dirigenti delle professioni tecniche sanitarie che ricoprono o aspirano a ricoprire l’incarico di responsabile di struttura complessa oltre che per i direttori socio sanitari. Riteniamo – conclude – che la creazione di un sistema sanitario ligure debba passare anche attraverso la formazione di altissima qualità del personale che ogni giorno opera nelle strutture territoriali e intende arricchire con la propria professionalità ed esperienza il nostro sistema sanitario”.

Più informazioni su