laspezia.cronaca4.it - La Spezia News in Tempo Reale

Di Carlo: «Amarezza per il risultato, contento per il gioco e le occasioni create»

Più informazioni su

Nahuel Valentini: «Peccato per la mia occasione nella ripresa, sarebbe stato pareggio».

MODENAMimmo Di Carlo è deluso solo per il risultato non per la prestazione della sua squadra. “Se c’era una squadra che doveva vincere, questa era lo Spezia: purtroppo non siamo riusciti a concretizzare le diverse occasioni create, mentre il Carpi ha segnato dopo neppure 5o” di gioco resistendo fino alla fine. Purtroppo quando non si segna non si può vincere e oggi torniamo a casa con una sconfitta immeritata. I ragazzi sono stati protagonisti di una buona gara, finendo in  crescendo: purtroppo la distrazione in avvio di gara ci è costata cara. Nel primo tempo abbiamo creato qualche azione pericolosa ma è nella ripresa che i miei giocatori hanno creato tanto, messo in campo coraggio e determinazione. Purtroppo non siamo stati precisi sotto rete, abbiamo attaccato a testa bassa, creando  numerose occasioni ma mancando nella finalizzazione”.

Ora il cammino verso i playoff è compromesso?
“Il campionato di B è strano, si può perdere e vincere contro chiunque, ma il nostro cammino è ancora lungo e abbiamo tutto il tempo per recuperare il terreno perduto, non dobbiamo mollare e ora guardiamo con fiducia alla partita di sabato prossimo contro l’Avellino”.

Traspare amarezza per il risultato negativo dal volto di Nahuel Valentini.
“Non siamo riusciti a pareggiare il match e abbiamo pagato a caro prezzo il gol preso in avvio di gara, una rete che ha messo subito la gara in salita favorendo il gioco del Carpi, squadra che ama difendersi e colpire in ripartenza. Io e i miei compagni ce l’abbiamo messa tutta fino alla fine, creando div erse occasioni importanti. Ora dobbiamo cercare di riscattarci prontamente fin  da sabato prossimo. Conquistando i punti possiamo entrare nei playoff”.

Hai avuto un’occasione d’oro nella ripresa per pareggiare…
“Sono arrabbiato per non avere segnato, sarebbe stato un gol importantissimo. Purtroppo il calcio è fatto così, non perdona, ora dobbiamo credere di più in noi stessi perché ci sono ancora tante partite, l’importante è stare uniti e dare sempre il meglio di noi stessi”.

Più informazioni su